06 maggio 2021

Treviso

"Nei nostri locali controlli e rispetto delle regole ma appena fuori mura si fanno pic-nic indisturbati"

La denuncia di Veneto Imprese Unite

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

pic nic

Pic-nic fuori mura (foto da Veneto Imprese Unite)

TREVISO - “Decine di uomini della polizia locale e delle forze dell'ordine controllano ogni fine settimana, oltre alle strade e alle piazze del centro di Treviso, tutti quei locali che da maggio 2020 lavorano in sicurezza rispettando tutte le norme imposte da governo e regione. Intanto appena fuori mura è possibile fare un pic-nic indisturbati in sei per tavolo a meno di 50 centimetri gli uni dagli altri”.

A segnalare l’episodio, ma non è di certo l’unico, è Andrea Penzo Aiello, presidente di Veneto Imprese Unite, attraverso un post pubblicato domenica sera e condiviso nella pagina Facebook di Imprese Unite. Il post polemico continua: “Ma il problema, il centro del contagio, sono i ristoranti e i bar, così come le palestre, i cinema, i teatri, ancora chiusi. Dobbiamo riaprire subito - dice - per il bene delle nostre aziende e per il bene della salute pubblica. La gente è più sicura se controllata nei nostri locali”.

Domenica bar e locali in città hanno registrato il tutto esaurito dalla colazione al pranzo, fino all’aperitivo entro le 18 (orario di chiusura). La gente era davvero tanta me non ci sono state multe per comportamenti irresponsabili. Ora i ristoratori, che a più riprese hanno chiesto di riaprire anche la sera, temono un nuovo stop visto l’aumento dei contagi.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×