09/08/2022sereno

10/08/2022poco nuvoloso

11/08/2022poco nuvoloso

09 agosto 2022

Conegliano

"Nei comuni vicini a Conegliano la qualità della vita è migliore: niente degrado urbano e sociale, i servizi funzionano"

Lo ha ammesso anche Francesca Di Gaspero, il candidato sindaco del centrosinistra, durante la presentazione della sua candidatura

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

CONEGLIANO - Lo ha ammesso anche Francesca Di Gaspero, il candidato sindaco del centrosinistra: “La riqualificazione urbana e l’offerta di servizi indispensabili da parte del comune possono sembrare banali, ma sono invece fondamentali per far stare bene i cittadini, per far scegliere un comune piuttosto che un altro, quando si deve acquistare una casa. Prendiamo esempio dai comuni a noi limitrofi, dove la qualità della vita è migliore, non esiste degrado urbano e sociale e i servizi funzionano, come pure le attività commerciali”. Questa mattina, nel giardino del castello di Conegliano, Di Gaspero ha presentato ufficialmente la propria candidatura, e non ha usato mezzi termini per descrivere le condizioni della Città del Cima.

 

“Conegliano vive le conseguenze di anni di mancata progettazione di politiche per la città, questo è evidente, è sotto gli occhi di tutti. Innegabile”, ha dichiarato questa mattina. Di Gaspero è sostenuta da due liste, “Progettiamo Conegliano” e “Noi democratici”: la coalizione, però, raduna esponenti del Pd, del Movimento Cinque Stelle, dei Verdi, di Azione e di Europa Verde-Verdi.

 

Secondo il gruppo unito del centrosinistra, per risolvere i problemi della città serve soprattutto un potenziamento dei servizi. Di Gaspero lo ha ripetuto più volte.

 

Il quartiere ideale, quindi, sarebbe quello in grado di offrire servizi pubblici e privati: “il negozio di alimentari, il bar, il negozio di abbigliamento, la farmacia, il parco, lo sport, la scuola, l’asilo, i servizi di assistenza per gli anziani, per i giovani e le famiglie fragili, l’aula studio. Allora bisogna intervenire in un doppio senso: sia affrontando in modo specifico i problemi delle varie zone e frazioni di Conegliano, sia attraverso la riprogrammazione delle politiche sociali e dei servizi”.

 

Di Gaspero ha proposto un programma “diffuso”, annunciando politiche ad hoc per ogni quartiere della città. “E’ necessario ripensare Conegliano, iniziare a ragionare sulle problematicità legate ai singoli quartieri, zone e frazioni ed intervenire lì con interventi di rigenerazione urbana, perché portino investimenti e riqualifichino le proprietà immobiliari ed economiche oggi penalizzate e svalutate da anni di incuria e degrado”, ha spiegato.

 

“La ristrutturazione dei parchi di quartiere è un intervento necessario – ha dichiarato ancora il candidato -. Immagino la creazione di nuovi spazi verdi”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×