28 maggio 2020

Lavoro

Navigatori satellitari contro smartphone

| commenti |

| commenti |

Navigatori satellitari contro smartphone

Ricordate quando per trovare il giusto svincolo autostradale si ricorreva allo stradario con enormi mappe cartacee? Oppure si chiedeva ai passanti in città la direzione per il centro o per una via, magari scambiando anche due chiacchiere? Erano altri tempi quando non avevamo a disposizione la tecnologia moderna e dovevamo affidarci solo sulle nostre capacità di orientamento e di comunicazione.

 

Da una parte l’arrivo dei navigatori satellitari ha sicuramente facilitato il mondo dei trasporti, ma dall’altra ha diminuito il senso di avventura del viaggio. D’altronde si sa che più la tecnologia aumenta dandoci comodità e sicurezze, più le nostre capacità individuali diminuiscono o quantomeno cambiano. Al giorno d’oggi la maggior parte delle persone sulla terra utilizza il navigatore satellitare per i propri spostamenti, anche per quelli a piedi o con i mezzi pubblici.

 

Se prima questo dispositivo era limitato alle automobili o ad altri veicoli come camion o barche, con l’arrivo degli smartphone è diventato accessibile davvero a tutti. Trovare il posto dove andare in pochi secondi è una comodità non da poco, specialmente quando si ha un appuntamento di lavoro o per andare a cenare fuori la sera in un nuovo ristorante. In molti usano il proprio smartphone anche per viaggiare in automobile, basta usare un sostegno con ventosa per avere sempre lo schermo visibile e attivare l’app di navigazione.

 

Questo può far pensare che i vari navigatori satellitari, come il famoso TomTom, ormai siano spariti dalla circolazione, ma in realtà sono ancora in vendita. Se siete interessati, su Autopazzo potete trovare le recensioni dei migliori navigatori per auto, in caso contrario continuate la lettura per togliervi qualche dubbio su cosa sia meglio: navigatore satellitare o app per smartphone?

 

Navigatore: precisione e affidabilità

Perché spendere soldi per comprare un navigatore satellitare, quando con il proprio smartphone si può accedere a Google Maps o altre app molto utili per viaggiare? I motivi sono vari, a cominciare dal fatto che non tutti amano “stressare” gli smartphone o quantomeno li usano solo per messaggi e chiamate.

 

In secondo luogo i navigatori satellitari dispongono di una serie di funzioni molto utili, oltre a mappe più precise adatte per chi vuole organizzare viaggi in automobile da un paese all’altro. Lo schermo di un GPS per auto è molto più ampio, cosa che rende più facile visualizzare la mappa e non sbagliare le svolte. La navigazione inoltre non verrà interrotta da chiamate improvvise o da una bassa carica della batteria.

 

La possibilità inoltre di poter pianificare il proprio viaggio con accuratezza e avere informazioni su traffico e autovelox rende il navigatore GPS ancora molto gettonato da parte dei viaggiatori incalliti. Gli svantaggi sono il prezzo abbastanza alto di questi prodotti che non regge il confronto con quello di app gratuite per smartphone molto utili come Waze.

 

Autoradio 2 DIN e navigatore

Una buona combinazione alternativa è l’autoradio 2 DIN con navigatore integrato. Solitamente questi sistemi si trovano sugli impianti di serie delle automobili delle marche più importanti del settore automotive.

 

Sul mercato ci sono tanti modelli ma molti di questi non dispongono di un navigatore satellitare integrato, quando più di sistema operativo Android o di funzione Apple Carplay con il quale è possibile usare Google Maps direttamente sull’autoradio o tramite il proprio smartphone iOS. Il vantaggio del navigatore sulle autoradio 2 DIN è principalmente lo schermo molto ampio che vi permette di controllare bene le svolte e la strada da percorrere.

 

Le app su smartphone

Veniamo alla soluzione più economica e soprattutto più utilizzata, ovvero le app su smartphone. La più famosa è senza dubbio Google Maps, presente su tutti i dispositivi Android e iOS. Google Maps non è proprio il massimo dell’affidabilità, spesso sceglie percorsi particolari, perde il segnale e ogni tanto le sue performance lasciano a desiderare.

 

Nonostante questo rimane una delle app per la navigazione più facili da usare, con un’interfaccia chiara e intuitiva che consente anche di vedere immediatamente gli orari di apertura di un determinato posto e addirittura le recensioni degli utenti.

 

Una buona alternativa a questa applicazione è Waze, un navigatore satellitare ‘social’. L’idea è quella di permettere ai vari utenti di aggiornare le mappe con informazioni, fotografie e segnalazioni utili in modo da potenziare la rete e creare una sorta di ‘comunità’. L’interfaccia simpatica e divertente si unisce ad una serie di funzioni interessanti, sebbene in quanto a precisione non è proprio il massimo.

 

Ricerca Lavoro

Cerchi lavoro? Accedi al nostro servizio di ricerca. Seleziona tipologia e provincia e vedi le offerte proposte!


Cerca ora!

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×