09 maggio 2021

Cultura

La natura è donna: storie di donne che combattono pregiudizi e crisi climatica

Sono tantissime le donne nel mondo che hanno scelto di impegnarsi per la tutela ambientale

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

Sono tante le donne del panda impegnate per la tutela ambientale

ITALIA – Da qualche ora è passata la Giornata della Donna, ma questa celebrazione non termina l’otto marzo: ogni giorno è un buon momento per ricordare che la parità di genere deve essere un diritto inalienabile e, quindi, lavorare affinché questo diventi concreto.

Per questo anche oggi, 9 marzo, vogliamo raccontare alcune storie di donne straordinarie che hanno scelto di impegnarsi per la tutela ambientale, senza il cui contributo la salvaguardia ambientale sarebbe storia ancora più complicata di quello che già è.

L’esempio internazionale più recente è Greta Thunberg, che con i suoi scioperi del venerdì ha iniziato a far prendere coscienza della crisi climatica e delle sue conseguenze.

Facendo un salto indietro nel tempo, invece, troviamo la biologa Rachel Louise Carson che negli anni 40 iniziò a studiare i pesticidi e lanciò il movimento ambientalista negli Stati Uniti con il suo "Primavera silenziosa".

Anche in Italia di esempi di eroine che alzano la voce per proteggere la natura ce ne sono diversi e per questo ne dobbiamo andare orgogliosi: sono molte, infatti, le donne del panda impegnate sul campo.

Giulia Prato e Claudia Scianna, del Programma Mare WWF, lavorano per coinvolgere i pescatori – uno dei settori maschili per eccellenza - nella tutela del mare, e farne degli alleati.

A difesa delle tartarughe marine in Sicilia c’è Oleana Prato, volontaria del WWF, che solo la scorsa estate ha censito e in molti casi gestito, fino alla schiusa, ben 72 nidi lungo le coste siciliane.

Impegnata nella ricerca sui cetacei a bordo delle Vele del Panda con WWF Travel, invece, la giovane etologa Laura Pintore, che nella stagione 2020 in 23 giornate di monitoraggio ha censito 32 cetacei.

Un grazie, quindi, anche oggi e per tutto l’anno a tutte le donne che col loro lavoro cercano di cambiare il mondo non solo per eliminare le discriminazioni ma anche per contrastare questa disastrosa crisi climatica.

 

FOTO - Sefora Inzaghi, direttrice Oasi WWF Gole del Sagittario

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×