26 ottobre 2021

Nord-Est

Nascondeva mezzo etto di eroina, smascherato dai cani antidroga

È il risultato di un controllo congiunto condotto dal Nucleo cinofilo e dal Nucleo pronto impiego della Polizia locale

|

|

operazione anti-droga

MESTRE - Pregiudicato notato in auto con una donna e un bambino: lo arrestano in flagranza di reato per possesso di stupefacenti. È accaduto lunedì sera a Zelarino, in provincia di Venezia al termine di un controllo congiunto condotto dal Nucleo cinofilo e dal Nucleo pronto impiego della Polizia locale. Gli agenti durante un controllo di routine erano in pattuglia nell’area commerciale per individuare eventuali azioni di spaccio, quando hanno notato un’auto con a bordo, oltre a una donna e a un bambino, anche un 34enne già trovato in passato in possesso di stupefacenti.

Al momento in cui gli agenti hanno fermato l’auto, alla vista dei cani antidroga il conducente ha nascosto qualcosa sotto il sedile. Si trattava di un involucro di cellophane contenente mezzo etto di eroina, utile a confezionare centocinquanta dosi. Trovati altri 10 grammi di droga anche nell’abitazione della coppia, perquisita in seguito. L’uomo è dunque finito in manette e la compagna è stata denunciata a piede libero, vista la presenza in casa di due minori.

Durante l’arresto, in un gesto d’ira, il 34enne ha preso a calci l’auto della Polizia locale, danneggiandola. E’ stato trasferito nella Casa circondariale Santa Maria Maggiore di Venezia.

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×