09/12/2022rovesci di pioggia

10/12/2022pioggia debole

11/12/2022pioggia debole

09 dicembre 2022

Cronaca

Nasce la Campagna di sensibilizzazione “Io ci sono” per dar voce alla Musica e alle Arti

Un gesto concreto in un momento storico così difficile

| Ilaria Frare |

| Ilaria Frare |

Campagna di sensibilizzazione “Io ci sono”

NORDEST - Il progetto, partito già nei primi giorni del mese di novembre, vuole dare visibilità alle categorie artistiche penalizzate dalla pandemia, prendendo non solo in considerazione gruppi musicali, fotografi, artisti, stilisti, designer, modelli e modelle, ma anche coloro i quali lavorano dietro le quinte dell'organizzazione di spettacoli ed eventi.

Obiettivo ultimo quello di sensibilizzare Istituzioni e opinione pubblica nei confronti di settori che stanno soffrendo più di altri. La campagna ha infatti l’intento di sostenere le arti in tutte le sue declinazioni, in maniera trasversale, attraverso le divulgazioni di opere, immagini, canzoni. Il motto delle due aziende è: “La prima regola per far sì che il cambiamento avvenga, è mettere il proprio volto a favore di qualcosa in cui si crede”. E cosa meglio dell’Arte come linguaggio universale, a fare da ponte di unione tra le persone?

A partire da novembre 2020 fino a tutto il 2021 dunque, la GPI Group e Duetti Packaging, porteranno avanti una serie di progetti che vedono come protagonisti musica, fotografia ed arte, cercando così di dare visibilità nazionale ed internazionale a questi universi attraverso una comunicazione innovativa, rendendoli protagonisti in contesti solo apparentemente lontani.

Molti sono i professionisti che hanno già aderito all’iniziativa, tra i quali: Raimondo Rossi, Numa Echos, Lady Tabata, Laboratorio Saccardi, Mauro Moriconi, Ivan Damiano Rota, le band Mind Z Gap e Rito Pagano, Daniele Vannini, Arianna Ellero, st’A, Anton Giulio Grande, Iolanda Pomposelli, Delta Na, Simona Della Bella, Steven Hats, Sammy Vanin, Elisabetta Roncati, Dominika Zamara, Alessandra Korfias, Nerina Fernandez, Sigis Vinylism, Filly Lupo. E non solo.

Con il nuovo anno, il progetto si trasformerà nell’Associazione “Io ci sono”, la cui mission sarà quella di continuare a dare visibilità ad arti e mestieri, e sostenere iniziative legate al sociale attraverso numerosi progetti, tra i quali anche la pubblicazione di un libro con i volti e le interviste di tutti coloro che hanno aderito alla prima campagna.
 

 



Ilaria Frare

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×