29/11/2021sereno

30/11/2021sereno

01/12/2021pioviggine e schiarite

29 novembre 2021

Treviso

NAPOLITANO: PRANZO A TREVISO OSPITE DEL PREFETTO

Il Presidente è stato accolto da Vittorio Capocelli e famiglia nella residenza prefettizia

| |

| |

NAPOLITANO: PRANZO A TREVISO OSPITE DEL PREFETTO

Treviso – E’ arrivato con qualche minuto d’anticipo il presidente della Repubblica all’appuntamento nella casa del prefetto trevigiano per il pranzo di oggi.

Alle 12 e 26 Giorgio Napolitano è sceso dall’auto blu in Borgo Cavour a Treviso ed è stato accolto da Vittorio Capocelli. A fare gli onori di casa al capo dello Stato e al suo staff, oltre al prefetto, c’erano anche la moglie e i due figli.

In strada, sotto i portici, qualche gruppo di cittadini che non ha risparmiato applausi alla vista di Napolitano. E frotte di studenti liceali convinti che il 4 novembre sia la festa della Liberazione o, semplicemente, il giorno delle elezioni negli Stati Uniti. Meno male che il presidente non li ha sentiti parlare.

Napolitano, nella meravigliosa residenze prefettizia, in pieno centro a Treviso, si è concesso un pranzo durato una quarantina di minuti. Al tavolo presidenziale, oltre al prefetto e al capo dello Stato, erano seduti il segretario generale del Quirinale ed i cinque consiglieri del presidente.

Il menù è stato preparato da Antonio Palazzi del «Terme» di Vittorio Veneto. Unica la portata: riso con pere e formaggio Montasio, purea di piselli, filetto di trota del Piave e radicchio all’agrodolce. I vini a disposizione erano prosecco di bottega e carpenè Malvolti, cabernet Piave, Villa Sandi e moscato petalo di rosa di Bottega. La tovaglia scelta per l’occasione era beige, addobbata al centro tavola con fiori e colori autunnali tra i quali spiccavano foglie multicolori e rose.

Il presidente, hanno raccontato i bene informati, ha apprezzato soprattutto i biscotti e i pasticcini fatti in casa.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

04/11/2008

LE LACRIME DI NAPOLITANO

Il Presidente della Repubblica piange ricordando la guerra. Anche con le parole del padre combattente

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×