09/08/2022sereno

10/08/2022poco nuvoloso

11/08/2022poco nuvoloso

09 agosto 2022

Nord-Est

Movida molesta a Jesolo, sindaco, 'pochi rinforzi e tardivi'

'Non so che fare'

|

|

Movida molesta a Jesolo, sindaco, 'pochi rinforzi e tardivi'

JESOLO - "Arriveranno una decina di carabinieri e finanzieri che non si occupano di ordine pubblico, ma non abbiamo ancora un numero preciso di agenti di polizia di Stato che verranno a presidiare il nostro territorio. E per di più arriveranno tardi, senza conoscere la città".

Si dimostra molto amareggiato il sindaco uscente di Jesolo, Valerio Zoggia, raggiunto dall'ANSA al termine di una videoconferenza con il viceprefetto di Venezia, Sebastiano Cento, che non ha avuto l'esito sperato. Il primo cittadino, dopo i disordini dell'ultimo weekend nella località balneare, invocava più forze dell'ordine a supporto e rapidamente, ma per il momento pare che arriveranno in rinforzo solo dieci militari dell'Arma. "Sto chiedendo da anni più forze, con questi numeri è impossibile controllare tutto il territorio. - ribadisce - Non è possibile che piazza Mazzini e piazza Aurora non siano sotto controllo. Servono almeno un centinaio di persone per presidiare il territorio nei fine settimana e in orario notturno, ora ne abbiamo solo trenta. Ho chiesto un presidio fisso alla polizia locale, ma non è sufficiente".

Ora molto dipenderà dal prossimo fine settimana, quando riapriranno due storiche discoteche nel territorio.

"Vediamo se guardie private e buttafuori aiuteranno nei controlli, ma se la situazione non dovesse cambiare, sarò costretto a firmare l'ordinanza anti-alcol con effetto immediato, che avrà comunque riscontri limitati, se non ci sono agenti a presidiare. Ogni weekend ci sono centinaia di ragazzi che vengono a Jesolo solo per bere, ubriacarsi e fare confusione. - ha concluso il sindaco - Io non so più cosa fare".

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×