20 settembre 2021

Oderzo Motta

Motta, la regionale Postumia riapre con 24 ore di anticipo

La segnalazione è giunta oggi, martedì, da Veneto Strade che sta per chiudere il cantiere sul ponte della Livenza a Motta

| Angelo Giordano |

| Angelo Giordano |

Motta, la regionale Postumia riapre con 24 ore di anticipo

MOTTA DI LIVENZA - Via libera al traffico lungo la Postumia.

La rottura di un giunto sul ponte che attraversa il fiume Livenza lungo la SR 53 Postumia nel comune di Motta di Livenza, aveva portato alla decisione di chiudere al traffico il ponte.

Una chiusura che per diversi giorni aveva costretto, soprattutto i mezzi pesanti, a una lunga deviazione di quasi 40 chilometri in direzione Oderzo-Portogruaro.

“Abbiamo lavorato senza soste per cercare di anticipare i tempi della riapertura – spiega il direttore generale di Veneto Strade, Silvano Vernizzi in una nota di Veneto Strade di oggi– apriamo con un giorno di anticipo e quindi da domani alle 10 tutto tornerà come prima sul quel tratto della Postumia.

Ringrazio le amministrazioni comunali per la collaborazione e mi scuso con gli utenti per i disagi sopportati”. La SR53 Postumia è una delle strade più trafficate dell’intera regione e quindi la manutenzione è una delle priorità.

“Ci sono lavori programmati e altri che invece arrivano quando si verificano rotture come nel caso del giunto – conclude Vernizzi –la sicurezza di chi transita per noi è fondamentale”.

La rottura del giunto aveva portata al cedimento del rilevato di terra che dilavandosi aveva creato un abbassamento di circa 4 centimetri del piano viabile, quindi la decisione di intervenire con procedura di somma urgenza.

Diversi i comuni coinvolti oltre a Motta e Meduna di Livenza, anche quattro amministrazioni della regioni Friuli Venezia Giulia: Pasiano di Pordenone, Azzano Decimo, Chions e Pravisdomini.

 

 

 


| modificato il:

Angelo Giordano

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

immagine della news

19/10/2017

"Terraglio Est fermo? Colpa di Manildo"

L'amministratore delegato di Veneto Strade: "Invito i sindaci di Casier, Casale sul Sile e Preganziol a farsi promotori di un confronto con la municipalità di Treviso"

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×