20/01/2022coperto

21/01/2022sereno

22/01/2022sereno

20 gennaio 2022

Mose: uno scandalo che sconvolge il Veneto

Tra i 35 arrestati anche sindaco Venezia - Chiesta custodia all'ex ministro Galan, oggi deputato.

 

VENEZIA - Bufera giudiziaria a Venezia, arrestati il sindaco Giorgio Orsoni, posto ai domiciliari, l'assessore regionale Renato Chisso e altre 33 persone, tra cui due ex presidenti del magistrato alle Acque della città lagunare. Le ipotesi di reato a vario titolo sono corruzione, concussione, riciclaggio. Nell'inchiesta su presunti fondi neri accumulati dagli allora vertici di una azienda operante nella costruzione del sistema Mose per la difesa di Venezia dalle acque alte anche una richiesta di arresto per Giarcarlo Galan, ex governatore del Veneto ed ex ministro con Berlusconi e ora deputato.
 

La cosiddetta inchiesta sul Mose parte da lontano

La cosiddetta inchiesta sul Mose parte da lontano e ha preso avvio da un filone dell'indagine per presunte mazzette relative ad opere autostradali lungo la A4 riguardanti una società presieduta da Lino Brentan. Patteggiata la pena per quella vicenda, Brentan oggi risulta tra gli arrestati per la nuova indagine della Procura di Venezia.

Da quel filone la Guardia di Finanza, coordinata dalla Procura di Venezia, è giunta ai presunti fondi neri creati da Piergiorgio Baita, all'epoca dei fatti ai vertici della Mantovani, la società leader nella realizzazione del Mose e all'interno del concessionario unico Consorzio 'Venezia Nuova' (Cav). Gli inquirenti sono riusciti poi a risalire agli allora vertici della Cav, con l'arresto (ai domiciliari) del presidente Giovanni Mazzacurati e di altre persone.

Nei giorni scorsi, nel quadro del filone riguardante l'ex presidente della Mantovani l'invio di uno stralcio del fascicolo al tribunale dei ministri relativo all'ex ministro Altero Matteoli.


Data pubblicazione:
Ultima modifica:

Argomenti del Dossier

Bloccati i rimborsi a Galan

La Camera sospende le erogazioni di soldi al deputato veneto

Bloccati i rimborsi a Galan

ROMA - Oibò! A certi "dettagli" bisogna stare attenti. Se l'ufficio di presidenza della Camera non se ne fosse accorto, poteva succedere che Galan - tuttora agli arresti per lo scandalo Mose - continuasse a poter "battere cassa" alla Camera per farsi rimborsare questo e quello.

...
Galan resta in carcere

Riesame respinge il ricorso

Galan resta in carcere

VENEZIA - Giancarlo Galan, accusato di corruzione nella vicenda Mose, resta in carcere, nella sezione ospedaliera di Opera

Galan: presi soldi da imprenditori, ma il Mose non c'entra

Indiscrezioni su ammissioni memoriale

Galan: presi soldi da imprenditori, ma il Mose non c'entra

VENEZIA - Prime ammissioni di Giancarlo Galan, ma non per parlare di mazzette legate al Mose, semmai per svelare ai giudici di aver avuto finanziamenti (non contabilizzati) da imprenditori veneti

Mose, la Giunta dice sì all'arresto di Galan

Votano contro Forza Italia e Ncd

Mose, la Giunta dice sì all'arresto di Galan

VENEZIA - La Giunta per le Autorizzazioni della Camera ha votato a favore della richiesta di arresto per Giancarlo Galan, avanzata dai giudici nell'ambito dell'inchiesta Mose. I sì sono stati 16 (Pd, M5S, Sel, Sc e Lega), contro si sono espressi i deputati di Fi, Ncd e Psi. Il presidente Ignazio La...

Arresto Milanese: ricostruito il giorno della mazzetta

Con Mazzacurati e Meneguzzo nella sede di Palladio finanziaria

Arresto Milanese: ricostruito il giorno della mazzetta

VENEZIA - Marco Milanese, arrestato nella vicenda Mose, avrebbe ricevuto la presunta tangente da 500mila euro il 14 giugno 2010 nella sede di Milano di Palladio finanziaria

Mose: arrestato Milanese, ex braccio destro di Tremonti

Mose: arrestato Milanese, ex braccio destro di Tremonti

VENEZIA - Marco Milanese è stato arrestato dalla Guardia di Finanza nell'inchiesta sul Mose. L'accusa per l'ex parlamentare è di corruzione. Il gip di Venezia ha accolto oggi con un'ordinanza la richiesta avanzata dalla Procura e ha applicato all'indagato la misura della custodia cautelare in...


Altri dossier

14/11/2015

Strage di Parigi

Terrore a Parigi sconvolta venerdì sera (13 novembre 2015) da una serie di attentati.

I più Letti

del giorno
della settimana
del mese
*/ ?>
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×