17 ottobre 2021

Nord-Est

Mose, Galan mette all'asta la villa di famiglia

|

|

Mose, Galan mette all'asta la villa di famiglia

VENEZIA - Niente più villa sui Colli Euganei per Giancarlo Galan, l'ex ministro ed ex governatore del Veneto che ha patteggiato 2 anni e 10 mesi nell'inchiesta sulle tangenti per il Mose.

Il deputato di Forza Italia - riferisce il 'Corriere del Veneto' - metterà all'asta la splendida Villa Rodella, dove sta scontando i domiciliari, per recuperare le risorse finanziarie necessarie a far fronte al conto economico aperto con la giustizia: 2,6 milioni di euro che i giudici gli hanno confiscato nell'ambito della sentenza che ha portato al patteggiamento.

 

La decisione di cedere la lussuosa dimora è stata confermata da uno dei difensori di Galan, l'avvocato Antonio Franchini, secondo il quale l'ex ministro si trasferirà il 30 settembre in una casa presa in affitto sempre nella zona dei Colli Euganei, in provincia di Padova. In questi mesi Galan non aveva mancato occasione per sottolineare le difficoltà finanziarie subentrate al suo coinvolgimento nell'inchiesta Mose e la necessità di risparmiare su tutto, compresa l'energia per l'aria condizionata. Motivi che l'avevano portato, anche con interviste sui quotidiani, a chiedere l'aiuto dell'amico Silvio Berlusconi.

 



vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×