26 febbraio 2020

Treviso

Morto Gisulfo Baccini, pioniere del fotovoltaico

commenti |

commenti |

Morto Gisulfo Baccini, pioniere del fotovoltaico

CARBONERA - E’ morto a 76 anni, Gisulfo Baccini, imprenditore all’avanguardia e fondatore della società leader mondiale del fotovoltaico. Gisulfo dopo aver lavorato alla Secco, nel 1967 si mise in proprio e fondò la Baccini SRL, arrivando ad avere oltre 200 dipendenti. Nel 2008 vendette l’attività alla Applied Materials, multinazionale Usa che ha mantenuto marchio e stabilimento a Olmi. “Non solo la Marca Trevigiana ma tutto il Veneto è più povero con la scomparsa di Nino Baccini. Un protagonista dello sviluppo economico e culturale della nostra regione nell’ultimo mezzo secolo". Così il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commenta la scomparsa dell'imprenditore trevigiano pioniere del fotovoltaico in Europa, morto nella sua casa di Carbonera.

 

"Un grande lavoratore - ricorda Zaia - che ha iniziato lavorando come operaio e studiando la sera per ottenere un diploma, che ha creato un’attività ben calata nel contemporaneo occupandosi di microelettronica e ha intuito il futuro fino a divenire un pioniere europeo del fotovoltaico. Con lui, alla nostra terra viene a mancare un eccellente imprenditore ma rimane un modello a cui sempre ispirarsi". "La sua - conclude Zaia - è la storia di un successo eccezionale ma che ritrae il cammino di lavoro e genialità di tanti nostri veneti, quelli che ci hanno consegnato una regione che oggi è una delle più potenti locomotive del paese. Nato e cresciuto in un ambiente rurale, ne ha sempre mantenuto l’more per il lavoro, lo spirito di iniziativa e il desiderio di progresso. Ha legato il suo nome e quello della sua azienda a grandi visioni, poi realizzate con successo, nel campo della microelettronica e delle energie rinnovabili".

 

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×