14/06/2024parz nuvoloso

15/06/2024poco nuvoloso

16/06/2024poco nuvoloso

14 giugno 2024

Montebelluna

Il Montello ambisce a diventare capitale del turismo

Consegnati 37 Patentini dell’Ospitalità e istituti quattro Info Point di territorio

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Patentini dell’Ospitalità

MONTEBELLUNA – Il Montello pensa al futuro e alle grandi potenzialità del suo territorio. L’auspicio di tutti gli amministratori locali montelliani è che quest’area diventi sempre più una meta ambita ed apprezzata dai turisti. Tra le forze messe in campo per andare verso questa direzione ci sono i patentini dell’ospitalità, volti a formare nuovi operatori turistici sul territorio. Infatti, sono ben 37, un numero record, i cosiddetti Patentini dell’ospitalità consegnati di recente dal sindaco di Montebelluna, Adalberto Bordin, assieme a Paolo Mair, Presidente Confcommercio Treviso Delegazione di Montebelluna e Christian Brugnaro, Responsabile di Delegazione Confcommercio Treviso Delegazione di Montebelluna.

Questi strumenti sono stati introdotti, quattro anni fa nel 2020: il Patentino certifica la formazione seguita in questi mesi da circa 40 operatori del territorio - fra cui ristoratori, guide turistiche e rappresentanti delle associazioni di categoria - che hanno partecipato al ciclo di incontri a focus prevalentemente turistico (ma non solo), con l’obiettivo di fornire a tutti gli stakeholders locali i principali strumenti di marketing operativo progettati e messi in campo dalla DMC Montello. E’ questa una delle azioni messe in atto dai sette Comuni dell’IPA Montello Piave Sile nell’ambito del progetto di valorizzazione “Montello Destinazione Turistica” assieme ad un’altra – altrettanto importante – ovverossia l'istituzione di quattro Info Point sul territorio che opereranno in sinergia con l'Ufficio IAT di Treviso, con l'obiettivo di migliorare l'informazione e l'accoglienza turistica per i visitatori del Montello.

I quattro Info Point avranno sede in quattro punti strategici: al MeVe di Montebelluna, nella biblioteca comunale di Crocetta del Montello, al ristorante trattoria Bandiera di Nervesa della Battaglia e al ristorante Boomerang di Giavera del Montello. Gli orari di apertura dell'Info Point corrispondono a quelli delle singole attività. La consegna dei Patentini dell’ospitalità e l’attivazione degli Infopoint è avvenuta nel corso del convegno "Montello Turistico: Scoprire, Connettersi, Crescere" presso Villa Correr Pisani di Montebelluna, dove hanno preso parte istituzioni di rilievo, tra cui la Regione Veneto, la Camera di Commercio Treviso – Belluno – Dolomiti, l'OGD Città d'arte e Ville Venete del Territorio Trevigiano, Ascom-Confcommercio, oltre ad associazioni di categoria e aziende turistiche e dei settori collegati provenienti dall'intera area.

“Il Montello sta acquisendo sempre più visibilità come meta turistica – spiegano i promotori del convegno -, come dimostrato dai quasi 6 milioni di risultati su Google registrati solo nel mese di gennaio (fonte: SL&A Turismo e Territorio). Questa destinazione è particolarmente apprezzata da specifici segmenti di turisti, tra cui quelli interessati alla cultura, all'enogastronomia, allo sport e alla natura. Il Montello si afferma come una meta poliedrica in grado di soddisfare le diverse passioni dei visitatori”. Interviene Stefano Landi, Presidente SL&A Turismo e Territorio: “Oggi siamo ad un giro di boa importante del lavoro che ormai dura da quattro anni e che ha portato la definizione di un marchio d’area si chiama Montello. Fare una destinazione turistica vuol dire mettere sul mercato il Montello non più come solo un luogo di produzione – vedi quanto offerto dallo Sport system – ma anche per altri motivi come la storia, l’enogastronomia, il paesaggio, la storia”.

Aggiunge il sindaco di Montebelluna, Adalberto Bordin: “La cosa da evidenziare è che in questa sfida abbiamo superato il campanilismo territoriale per cui sette Comuni si sono messi assieme per potenziare il valore turistico dell’intera area. Oggi, in particolare, attiviamo 4 Infopoint a Montebelluna, Giavera, Crocetta e Nervesa dove personale formato e qualificato sarà in grado di supportare e affiancare i turisti ed i visitatori alla scoperta del Montello”. Conclude Federico Capraro, Presidente Mandamentale Ascom-Confcommercio Treviso: “Il patentino per l’ospitalità certifica che il Montello è un territorio sta diventando destinazione turistica. Il patentino non si esaurisce come strumento per i soli operatori che si stanno formando per offrire l’ospitalità che merita un territorio del genere ma è anche un percorso che abbraccia tutto il Montello. Montello che oggi è un’identità forte e che può esprimersi anche in un contesto così concorrenziale noto per le colline del prosecco, Treviso e Venezia perché ha delle caratteristiche che incontrano il favore del pubblico non solo a livello regionale ma nazionale ed internazionale”.
 



Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

immagine della news

20/01/2024

Neve sulla Marca, imbiancato il Montello

Ieri pomeriggio è iniziato a nevicare sul colle montelliano oltre che in diverse altre zone della Pedemontana. Scatta il piano neve della Provincia - IL VIDEO

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×