31 maggio 2020

Montebelluna

Montebelluna, si tagliano ancora alberi

Questa volta tocca a due esemplari di bagolare e ad un acero americano nel parco di villa Legrenzi sede del Consorzio Piave

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Parco di villa Legrenzi, sede del consorzio di bonifica Piave

MONTEBELLUNA – In città saranno tagliati altri alberi, questa volta nel parco di villa Legrenzi sede del Consorzio di bonifica Piave. A breve saranno abbattuti due bagolari (Celtis Australis) e un acero americano (Acer negundo) poiché soggetti ad un rischio di schianto molto elevato, in quanto classificati come “D”, la classe più elevata di propensione al cedimento. A decretare la sorte dei tre giganti verdi due valutazioni fitoiatriche una del dott. Luca De Paoli di Alano di Piave e la seconda del dott. Paolo Pietrobon di Villorba.

“Il Consorzio è costretto, suo malgrado, ad intervenire per l’abbattimento delle tre grandi alberature che risultano gravemente compromesse e indebolite per – spiega una nota del Consorzio - ,la presenza di cavità e funghi lignicoli saproparassiti, che stanno sfaldando i tessuti legnosi e di altre quattro meno imponenti sparse all’interno del parco. In caso di eventi atmosferici intensi è infatti elevato il rischio di schianti molto pericolosi per l’incolumità pubblica. Un bagolaro di grosse dimensioni, in particolare, si trova proprio in adiacenza alla strada comunale di via Santa Maria in Colle”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×