22 gennaio 2021

Vittorio Veneto

Mondo della medicina in lutto: si è spento Antonio Da Ros, il medico di Papa Giovanni Paolo I

Il noto medico vittoriese si è spento oggi intorno alle 13

|

|

VITTORIO VENETO - È serenamente mancato oggi, mercoledì  16 maggio alle ore 13.00, il dottor Antonio Da Ros di Vittorio Veneto all'età di 94 anni. Ne avrebbe compiuti 95 l' 8 giugno. Il noto medico si è  spento al nosocomio Vittoriese in cui era ricoverato da pochi giorni.

 

La vecchiaia ha avuto il sopravvento sull' anziano professionista. Da Ros era persona nota anche fuori dal Vittoriese. Oltre che uno stimato ed apprezzato medico, era stato anche l' archiatra di Albino Luciani, Papa Giovanni Paolo I. Lo aveva conosciuto nel 1958, quando era divenuto Vescovo della Diocesi di Vittorio Veneto. 

 

Aveva continuato a seguire quest' ultimo anche dopo la nomina a Patriarca di Venezia nel 1969. La reciproca stima e la profonda amicizia che legava il medico vittoriese al Patriarca  non era stata scalfita nemmeno quando la distanza territoriale fra i due era diventata davvero tanta,Vittorio Veneto-Roma. 

 

Almeno una volta a settimana Da Ros raggiungeva la capitale per accertarsi dello stato  di salute di quell'amico fraterno che era diventato Papa nel 1978. Sarebbe però  riduttivo ricordare Da Ros unicamente come medico di Giovanni Paolo I.  È  stato ancor prima un riconosciuto medico della sua città.  Laureatosi a Padova nel 1948 con il massimo dei voti , aveva preferito far ritorno alla città  natia per esercitare la professione di medico che tanto amava rinunciando ad altre proposte.

 

A Vittorio Veneto era stato aiuto di Medicina nell'ospedale di Serravalle ai tempi del professor Aurelio Agueci, noto clinico e del dottor Vascellari. Dopo alcuni anni scelse di essere vicino alla sua gente come medico di base e pediatra. Questa infatti era una delle sue tre specializzazioni.

 

Per diverso tempo aveva ricoperto anche il ruolo di Direttore Medico della Casa di Riposo di Meschio. Da allora sino al1993, anno in cui dovette andare in pensione per raggiunti limiti di età,  migliaia di persone, fra cui tantissimi bambini anche dei paesi dei dintorni, sono stati da lui seguiti con grande professionalità  ed umanità  tanto che' per diversi anni dal suo ritiro i pazienti continuavano a consultarlo, certi della sua grande disponibilità che da sempre lo aveva contraddistinto.

 

Sino a pochi mesi fa non era insolito vederlo passeggiare lungo Viale della Vittoria o Via Brandolini, seppur accompagnato da uno dei suoi familiari. Antonio infatti è stato  amorevolmente assistito dalla moglie Lydia e dalle figlie Paola, Carla, Maretta e Giovanna sino alla fine, attorniato anche dall' affetto del genero e dalle amate nipoti.

 

Le esequie saranno celebrate venerdì, 18 maggio, alle ore 15.30, alla Chiesa di Sant' Andrea, da lui sempre frequentata, all' interno della quale sarà  recitato il rosario giovedì sera alle ore 20.00. 

 

La redazione del Quindicinale e di OggiTreviso porge alla famiglia le più sentite condoglianze.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×