29/06/2022pioggia debole e schiarite

30/06/2022nubi sparse

01/07/2022poco nuvoloso

29 giugno 2022

Mogliano

Mogliano Veneto si mobilita per dire no alla guerra e per supportare la popolazione ucraina

Gesti di solidarietà dalle associazioni del territorio, dalla politica e dalla cittadinanza

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

La solidarietà di Mogliano Veneto

MOGLIANO VENETO – Associazionismo, mondo politico e cittadinanza uniti per dire no alla guerra in Ucraina. Il Comune di Mogliano Veneto in questi giorni si sta mobilitando su tutti i fronti con iniziative di solidarietà volte a far sentire la propria vicinanza al popolo ucraino, il quale, da quando Putin ha dichiarato guerra all’Ucraina all’alba di giovedì 24 febbraio, sta conoscendo il terrore vero, quello dettato dalle esplosioni, dai colpi di pistola, dai corpi privi di vita per le strade, dal panico e da un futuro più che mai incerto.

L’Amministrazione Comunale, sebbene non siano già state progettate iniziative concrete, sta facendo sentire la propria vicinanza alle tante persone ucraine residenti a Mogliano Veneto. “Stiamo monitorando la situazione e in base alle richieste e difficoltà che raccoglieremo nei prossimi giorni, come assessorato, agiremo di conseguenza – commenta l’assessora alle politiche sociali Giuliana Tochet -. Di persone ucraine qui a Mogliano ne conosco molte, soprattutto lavoratrici domestiche. Ho già fatto un giro di telefonate per dare loro un supporto morale e psicologico, ma anche per comprendere se avessero necessità di un supporto materiale. Intanto, come Amministrazione saremo presenti all’iniziativa ‘cittadini per la pace’ in programma oggi, domenica 27 febbraio, alle ore 18:30 davanti al Municipio di Preganziol”.

Anche le associazioni del territorio stanno pensando a possibili iniziative volte a sostenere con aiuti concreti allla popolazione ucraina in fuga dalla guerra. Tra queste sicuramente ci sarà l’Associazione Officina 31021, già da tempo impegnata in raccolte solidali per sostenere i rifugiati che scappano da luoghi del mondo dove guerre e condizioni di povertà costringono a lasciare il proprio paese. “Nei prossimi giorni ci confronteremo per organizzare una raccolta di aiuti umanitari”, ha infatti confermato il presidente dell’Associazione Francesco Vitale.

Infine, non meno importante è il supporto nato da iniziative spontanee di singoli cittadini. Come quella di Claudio Zara che nella giornata di ieri, sabato 26 febbraio, ha indetto un presidio in Piazza Caduti. “Ho invitato la cittadinanza alla partecipazione tramite i social – spiega -. Sono soddisfatto di aver visto tanta gente a un’iniziativa nata dal basso”.Un momento del presidio organizzato dal moglianese Caludio Zara. Fonte: pagina Facebook "Sei di Mogliano Veneto se..."

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×