26 settembre 2021

Mogliano

Mogliano, un nuovo ponte ciclopedonale sul fiume Zero: “per incoraggiare mobilità lenta e uso della bicicletta”

Progetto e lavori hanno richiesto un costo complessivo di 92mila euro

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

Il nuovo ponte ciclopedonale all’inizio di via Cavalleggeri sul fiume Zero

MOGLIANO VENETO – Ieri, sabato 24 luglio, il sindaco Davide Bortolato ha inaugurato ufficialmente, con il consueto taglio del nastro, il nuovo ponte ciclopedonale all’inizio di via Cavalleggeri sul fiume Zero, che va a completare la pista ciclabile realizzata circa un anno fa e che collega la città alla Località Bianchi.

All’inaugurazione erano presenti - oltre al Primo Cittadino moglianese - il direttore del Collegio Salesiano Astori don Dino Marcon che ha benedetto l’opera, Andrea Pelizzon in rappresentanza del Quartiere Centro Nord e alcuni consiglieri comunali.

Il ponte ciclopedonale lungo circa 22 metri – che ha richiesto un investimento complessivo di 92mila euro - è realizzato nel caratteristico acciaio corten, dall’alta valenza estetica, nel rispetto della compatibilità paesaggistica, di notevole durata e quindi con riduzione dei costi di manutenzione rispetto ad altri tipi di materiale.

“Come amministrazione, oggi siamo sempre più impegnati per realizzare e incoraggiare la mobilità lenta e l’uso della bicicletta - commenta Bortolato - Dobbiamo educare anche i più giovani alla consapevolezza dei benefici della mobilità sostenibile, sia per la propria salute sia a tutela dell’ambiente.

È significativo, infatti, che oggi i primi a transitare, subito dopo il taglio del nastro, siano stati due giovanissimi in bici seguiti a ruota dal campione olimpico di ciclismo Franco Testa, oro nel 1960 a Roma e argento nel '64 a Tokyo”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×