03/10/2022poco nuvoloso

04/10/2022nubi sparse

05/10/2022parz nuvoloso

03 ottobre 2022

Mogliano

Mogliano primo Comune ad aderire alla Banca delle Visite Pet

Una rete solidale per sostenere le cure ed il benessere degli animali domestici

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

Mogliano primo Comune ad aderire alla Banca delle Visite Pet

MOGLIANO - Il Comune di Mogliano Veneto ha aderito patrocinando, come primo Comune in Italia, la Banca delle Visite PET. Il progetto, lanciato dalla Onlus Banca delle Visite, mira a sostenere le cure ed il benessere degli animali domestici, aiutando le famiglie in difficoltà economica.

Nella società odierna, gli animali domestici sono sempre più parte integrante della famiglia, con una funzione importantissima legata alla sfera del benessere emotivo e relazionale.

Con oltre 64 milioni di presenze nelle case degli italiani, il nostro Paese è secondo in Europa per numero di animali domestici, di cui il 77% è considerato dai proprietari al pari di un membro della famiglia. Non sempre però questi fedeli amici sono curati tempestivamente, specie in un momento storico come l’attuale, che vede 12 milioni di italiani alle prese con situazioni di povertà sanitaria, causa di rinuncia a cure mediche e visite di prevenzione.

L’intento comune, allora, è quello di generare una spinta solidale di valore assistenziale-sanitario, rispondendo a un bisogno sociale sentito.

Nasce con queste premesse il progetto “Banca delle Visite PET”, allo scopo di donare visite ed esami veterinari a coloro che possiedono un animale, ma che non versano in condizioni economiche tali da potergli garantire cure e salute in maniera tempestiva. Il circuito sarà attivo inizialmente presso alcuni centri veterinari convenzionati, che metteranno a disposizione visite ed esami solidali. Gradualmente sarà esteso su tutto il territorio nazionale con l’ampliamento delle strutture aderenti. Tra i relatori odierni presenti alla presentazione del progetto presso la sede AON di Milano, il medico veterinario moglianese e autore del libro Primo soccorso per il mio cane, Dr. Aldo Giovannella. L’iniziativa coinvolge anche le Amministrazioni, che potranno patrocinare Banca delle Visite PET in qualità di Comune amico PET: in tal senso il Comune di Mogliano Veneto è il primo in Italia ad aver patrocinato tale iniziativa.

«Abbiamo deciso di aderire a questa lodevole iniziativa perché gli animali domestici sono diventati parte delle nostre famiglie e purtroppo ci siamo accorti che molte, che riversano in situazioni economiche difficili, rischierebbero di trascurare la salute dei propri animali. Mogliano si conferma una città amica degli animali e come Amministrazione continuiamo a credere e ad investire in iniziative per la tutela e il benessere nei loro confronti», spiega il Sindaco Davide Bortolato.

Chi ha a cuore il mondo animale (utente, ente o azienda) e desidera sostenere Banca delle Visite PET, può inviare la propria donazione libera attraverso il sito cliccando su DONA ORA. Lo ha già fatto il Comune di Mogliano Veneto, versando alla Banca delle Visite Onlus una somma destinata ad aiutare gli animali moglianesi.

Chi ha un animale bisognoso di cure ed è in possesso di alcuni requisiti (Isee inferiore a 12.000€, classe di esenzione, situazione di difficoltà segnalata da associazioni o enti operanti sul territorio) può inserire la propria richiesta sul sito www.bancadellevisitepet.it, compilando il modulo alla sezione CHIEDI AIUTO.

Banca delle Visite PET è un progetto nato dall’incontro tra Banca delle Visite Onlus, Fondazione già operante su tutto il territorio nazionale per la tutela del diritto alla salute per i più bisognosi, e Audens srl, azienda già attiva nel mondo animale con iniziative solidali e con l’ideazione della medaglietta salvavita AIDmyPET, un passaporto sanitario digitale in 5 lingue sempre a portata di collare.

 



Gianandrea Rorato

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

immagine della news

11/09/2022

Mogliano, indetto il bando "caro bollette"

Il sindaco: «L’attuale aumento del costo dell’energia ha messo in difficoltà molte aziende ed enti, ma soprattutto le famiglie più fragili, che sempre più spesso vengono a chiedere aiuti».

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×