02/12/2021pioviggine

03/12/2021poco nuvoloso

04/12/2021pioviggine

02 dicembre 2021

Mogliano

Mogliano, nuova ordinanza antismog in vigore fino al 30 aprile 2022

Misure per il contenimento dell'inquinamento atmosferico da riscaldamento domestico

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

Nuova ordinanza per ridurre l'inquinamento atmosferico da riscaldamento domestico

MOGLIANO VENETO – In vista di venerdì 15 ottobre, data in cui si potrà accendere il riscaldamento a Mogliano Veneto, il sindaco Davide Bortolato ha firmato un’ordinanza antismog che rimarrà in vigore fino al 30 aprile 2022 col fine di ridurre la produzione di PM10.

Nel corso del 2021, nell’agglomerato di Treviso, in cui è inserito il comune di Mogliano Veneto, già in data 8 marzo era stato oltrepassato il limite di legge dei 35 superamenti annuali di PM10. Di qui, in accordo con i Comuni Contermini e la Provincia di Treviso, la necessità di prendere provvedimenti sin d’ora.

L’ordinanza

L’ordinanza vieta di effettuare combustioni all’aperto, anche in ambito agricolo e di cantiere. Vieta di superare la temperatura di 19° (+2° di tolleranza negli edifici residenziali, uffici, attività ricreative, di culto, commerciali, sportive, scolastiche a tutti i livelli e assimilabili). Per gli edifici industriali e artigianali, il limite è fissato a 17°. Sono esclusi da limitazioni della temperatura di riscaldamento ospedali, cliniche, case di cura e assimilabili, ivi compresi edifici adibiti a ricovero o cura di minori o anziani.

L’ordinanza del Sindaco prevede inoltre il divieto di utilizzo di generatori di calore a biomassa legnosa come stufe, stufe a pellet, caminetti inferiori a 3 stelle, dove sia presente un impianto di riscaldamento principale alternativo. Se poi il livello di allerta PM10 diventa arancione o rosso, il divieto si estende a tutti i generatori di calore a biomassa legnosa inferiori a 4 stelle.

Tra i tanti divieti previsti in ordinanza vi è quello di non bruciare legna verniciata, carta, plastica o inserire altri rifiuti nell’impianto di riscaldamento a legna. Non solo: ove possibile, è importante limitare l’uso dell’auto privata allo stretto necessario, ed è fondamentale eseguire una regolare manutenzione degli impianti di riscaldamento e delle canne fumarie per ridurre le emissioni e migliorarne l’efficienza. Ancora, sarebbe opportuno arieggiare la propria abitazione nelle ore centrali della giornata e non il mattino presto.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×