26/11/2021nuvoloso

27/11/2021pioggia debole e schiarite

28/11/2021pioggia debole e schiarite

26 novembre 2021

Esteri

Militari italiani e afgani arrestano leader talebani

Gli elicotteri d’attacco Mangusta hanno distrutto nella notte un’autobomba sventando una serie di attentati

|

|

Militari italiani e afgani arrestano leader talebani

HERAT – Le forze di sicurezza afgane, coadiuvate dai militari del contingente italiano in loco, hanno sventato una serie di attacchi spettacolari organizzati in vista delle elezioni presidenziali del 5 aprile contro candidati ed esponenti governativi di spicco della provincia di Herat.

Forze speciali e servizi di sicurezza afghani, grazie al supporto di unità delle forze speciali italiane, di assetti ”intelligence” del Regional Command West e al ruolo particolarmente attivo dell’ ”intelligence” nazionale, hanno condotto una serie di operazioni che hanno portato all’arresto di due importanti leader talebani, noti alla polizia locale per essere a capo di pericolose cellule terroristiche operanti nell’area di Shindand, che erano diretti a Herat per ricongiungersi con altri gruppi eversivi della zona.
Le operazioni hanno reso possibile, inoltre, il sequestro di un grosso quantitativo di armi, munizioni ed esplosivo e l’individuazione di un’autobomba, distrutta nella notte dagli elicotteri d’attacco “Mangusta” e dai caccia Amx del contingente italiano, intervenuti nel distretto di Bala Bouluk, in provincia di Farah, duecento chilometri a sud di Herat.

Un ruolo decisivo è stato svolto dagli specialisti del 28° reggimento “Pavia” che sulle frequenze radio degli insorti hanno trasmesso messaggi radiofonici in lingua locale, rendendo vano ogni tentativo di propaganda disinformativa, volta a screditare l’operato delle forze di sicurezza afghane e a ingenerare nella popolazione la percezione di un imminente ritorno al potere dei talebani.

 

BDN

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×