28 settembre 2021

Treviso

"Ho lottato 100 giorni contro il Covid, vacciniamoci"

La lunga lotta a lieto fine del consigliere comunale di Treviso Roberto Borsato che ora lancia un appello

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Roberto Borsato

TREVISO - Tre mesi in ospedale a lottare contro il Covid. Ben 64 lunghi giorni passati in Terapia Intensiva attaccato alla macchina dell’ossigeno e altri 40 in reparto, una volta uscito dalla rianimazione: è la storia del trevigiano Roberto Borsato, 65anni, commercialista, consigliere comunale di Treviso, e della sua lunga battaglia a lieto fine contro il virus.

Un calvario iniziato a inizio del 2021. “Sono risultato positivo al Covid-19 a inizio gennaio. Dopo qualche giorno a casa la situazione si è aggravata e sono stato ricoverato all’ospedale Cà Foncello di Treviso”, racconta Borsato la sua difficile esperienza nell’intervista-testimonianza pubblicata sui social dell’Ulss2. “Sono stato in Terapia Intensiva, intubato, per ben 64 giorni”- due mesi di lunga e faticosa battaglia in cui dice - “la mia più grossa paura era quella di non svegliarmi più”. “Dopo i miglioramenti, il risveglio, sono uscito dalla rianimazione ma sono stato in ospedale per altri 40 giorni”.

Borsato ora è a casa, sta bene, e ha voluto di lanciare un appello a tutti i suoi coetanei: “Ho più di 60anni e ai miei coetanei dico “vaccinatevi”. Ho visto persone che ritenevano di essere invincibili, anche più giovani, intubate. E quando sei intubato non sai se ti risveglierai”.
“Oggi dobbiamo lasciare stare le strumentalizzazioni, serve senso di responsabilità per se stessi, la nostra salute e quella delle persone vicine a noi”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×