15 aprile 2021

Nord-Est

Messner rinuncia alla 'caccia' allo Yeti per paura dei Talebani

|

|

Messner rinuncia alla 'caccia' allo Yeti per paura dei Talebani

Il 're' degli 8.000 Reinhold Messner ha dovuto rinunciare a mettersi sulle tracce dello Yeti in Pakistan per timore di attacchi Talebani .

 

Il 71enne alpinista altoatesino, infatti, che da anni studia l'uomo delle nevi, era alla guida di una spedizione scientifica che avrebbe dovuto rintracciare un esemplare ancora in vita di quello che secondo gli studi di Messner sarebbe in effetti un tipo particolare di orso: l'obiettivo era sottoporlo a un prelievo di sangue e ad analisi genetiche che ne potessero dimostrare la natura di plantigrado.

 

A poche ore dall'arrivo in Pakistan, però, la spedizione, che doveva compiersi in totale segretezza perché effettuata in una zona estremamente turbolenta del nord del Pakistan, ancora dominato dai signori della guerra, è stata sospesa "per motivi politici". Il Tiroler Tageszeitung, quotidiano austriaco, ha pubblicato la notizia, mandando all'aria la segretezza e mettendo in pericolo tutta la spedizione.

 

«Tutto è stato annullato - ha dichiarato all’Ansa che lo ha contattato in Pakistan - perché chi non doveva sapere della spedizione evidentemente ora ne è venuto a conoscenza». E, naturalmente, tra chi non doveva venire a conoscenza della spedizione è anche, e soprattutto, la recentemente costituita fazione afghana dell’Isis.

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

immagine della news

18/07/2011

CHI PAGHERÀ LE SPESE DI SCOTTÀ?

Interpellanza di Costa e Tonon (Pd) sulle spese legali che Scottà e il comune dovranno sostenere dopo la condanna dell’ex sindaco pronunciata da giudice Deli

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×