27/01/2022nebbia ghiacciata

28/01/2022poco nuvoloso

29/01/2022velature sparse

27 gennaio 2022

Oderzo Motta

Maxi operazione antidroga, in carcere padre e figlia di Oderzo

Sia loro che un uomo di Mansuè sono finiti ai domiciliari

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

Operazione “Eat enjoy”, in carcere tre trevigiani

ODERZO - Due opitergini e un uomo di Mansuè sono finiti in carcere in seguito all’operazione antidroga Eat Enjoy, seguita delle squadre Mobili di Trieste e Udine.

Fermati dunque padre e figlia di Oderzo e un uomo di Mansuè, tutti ai domiciliari con l’accusa di aver comprato droga dalla banda sgominata (26 in tutto le ordinanze emesse) per piazzarla nei rispettivi “giri”.

Si tratta di figure marginali rispetto al colossale giro di stupefacenti (coca ed eroina) che viaggiavano nel triangolo Sud America, Olanda, Italia.

In meno di 4 anni, secondo le indagini, la banda sarebbe stata capace di movimentare circa 800 chili di droga, per un giro di una decina di milioni di euro.

Dei 26 indagati, 21 sono stati assicurati alla Giustizia: 13 in carcere, gli altri ristretti ai domiciliari. Mancano all’appello in 5, sfuggiti alla cattura.
 

 


| modificato il:

Gianandrea Rorato

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×