26 febbraio 2020

Benessere

Maugeri: "Dieta vegana? Poche rinunce"

Spaghetti pomodoro e basilico e broccoletti ripassati.

commenti |

commenti |

Maugeri:

"Io non mangio pezzi di cadavere di animali uccisi". Lo ha deciso a 12 anni Paola Maugeri, la giornalista e conduttrice tv espertissima di musica. 'Wikipaola' che da 32 anni ha smesso di mangiare carne e pesce, da 17 ha sposato la dieta vegana.


"Man mano che crescevo - racconta all'Adnkronos - ho preso sempre maggiore consapevolezza e mi sono resa conto che anche mangiare uova e latte comporta per gli animali sofferenza e sfruttamento al pari che finire in un piatto sotto forma di bistecca. E' solo una crudeltà più mascherata ma se ci si riflette le mucche non producono latte per darlo a noi ma per allevare i loro figli che invece nelle filiere degli allevamenti intensivi non vengono lasciati neppure avvicinare alle loro mammelle".

E con l'alimentazione vegana Paola ha allevato anche suo figlio Timo che ora ha 7 anni. "Ha appena fatto merenda con pane, olio e semi di sesamo. Ne ha mangiato quattro pezzi", dice sorridendo mentre il bimbo le gironzola intorno. "In famiglia mangiamo tutti così, anche mio padre che ha 88 anni. Sono stata io la prima e loro mi hanno seguita. Certo, all'inizio quando smisi di mangiare carne e pesce a 12 anni mia madre era un po' titubante... ma erano 32 anni fa, in Sicilia! Poi c'è stato un percorso comune anche con i miei fratelli e ciascuno, secondo i propri gusti, ha trovato la sua dimensione. Mia sorella che vive in Svezia è diventata crudista: solo frutta e verdura crude ma - si affretta a precisare Paola - mangia meravigliosamente, lei è una chef di row food".

La scelta vegan non comporta particolari complicazioni né in cucina né nelle relazioni sociali, assicura la giornalista. "Quale amico non ti fa uno spaghetto aglio e olio? In realtà - sottolinea - noi italiani per tradizione siamo vegani: pasta pomodoro e basilico, ribollita, farinata, polenta, zuppe di legumi, cereali, verdure di ogni genere, olio di oliva, frutta... Quando si parla di dieta mediterranea si parla di questo! Fino a 50 anni fa la carne si mangiava pochissimo, il formaggio un pezzetto ogni tanto, nei posti di mare sì, magari un po' di pesce ma... c'era il rispetto della natura. E' nell'ultimo mezzo secolo che il consumo animale è aumentato del 250 per cento e se ne vedono i riflessi sull'aumento vertiginoso delle malattie degenerative".

Neppure i costi del mangiare vegan sono 'da ricchi'. "Non stiamo parlando di caviale o salmone selvaggio - sottolinea Paola - quelli sono cibi che costano! Ci può essere qualche prodotto un po' particolare che costa quell'euro in più ma si compensa con i prezzi bassi delle verdure di stagione. Non è una dieta per ricchi".

Spesa contenuta anche per il pranzo di Natale visto che dalla tavola sono banditi carne e pesce. "Che si mangia in casa Maugeri? Il menù lo abbiamo deciso proprio oggi con le mie sorelle - confida - festeggeremo con vellutata di zucca con panna di avena e semi di zucca croccanti; lasagne integrali senza uova con cime di rapa e besciamella vegetale; due quiche ai carciofi; tofu mandorle e sesamo e... per finire panettone vegano".

 

Dossier

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×