12 maggio 2021

Treviso

Mascherine pericolose sequestrate, l'Ulss2: "Già bloccato l'uso"

Dopo il sequestro disposto dalla Procura di Gorizia Azienda Zero ritira i dispositivi sospetti

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

mascherine sequestrate

TREVISO - “Abbiamo immediatamente bloccato l’uso delle mascherine provenienti dai lotti segnalati che sono arrivate anche negli ospedali trevigiani, nelle case di riposo e nei nostri magazzini”. Così ieri si è espressa l’Ulss2 Marca trevigiana in merito alle mascherine di protezione pericolose poste sotto sequestro dal decreto della Guardia di Finanza di Gorizia ed emesso dalla Procura di Gorizia nell'inchiesta sui prodotti ritenuti non idonei.

Si tratta di mascherine Ffp2 e Ffp3 acquistate dal Commissario Straordinario per l'emergenza Covid-19 e consegnate alle Regioni nel corso della pandemia e poi distribuite nelle strutture di ogni provincia. Si tratta di mascherine irregolari con problemi di filtraggio inadeguata.

Azienda Zero del Veneto ha dato comunicazione del blocco alle Ulss e del conseguente divieto di utilizzo dei dispositivi eventualmente in giacenza presso i magazzini, sia aziendali che nelle case di riposo.

“Una parte di quelle mascherine è stata utilizzata ma quando arrivano i lotti sono sempre verificati dai nostri tecnici interni adetti al controllo - spiega il direttore generale dell’Ulss2 Francesco Benazzi - e queste mascherine, interessate dal ritiro, erano state precauzionalmente declassate, quindi utilizzate come mascherine chirurgiche e non nei reparti a contatto diretto con pazienti Covid”.

Ora i dispositivi interessati saranno ritirati a cura di Azienda Zero e messi a disposizione delle autorità competenti.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×