03 giugno 2020

Castelfranco

"La mascherina che distribuiamo non è un dispositivo medico, ma una prima difesa"

Il punto del sindaco Marcon sulla distribuzione in atto in questi giorni

| Matteo Ceron | commenti |

immagine dell'autore

| Matteo Ceron | commenti |

Stefano marcon

CASTELFRANCO – “Ribadisco che la mascherina che stiamo distribuendo non è un dispositivo medico ma una prima ed utile difesa per poter spostarsi da casa e fare, ad esempio, la spesa. Ma se non strettamente necessario non si deve uscire da casa, soprattutto in questi giorni in cui l’epidemia sta raggiungendo il culmine”.

Lo sottolinea il sindaco di Castelfranco, Stefano Marcon (in foto), facendo il punto sulle mascherine per difendersi dal Coronavirus in distribuzione in questi giorni.

 

“Ad oggi abbiamo distribuito i kit a Sant’Andrea oltre il Muson, Treville, Salvatronda, Quartiere Avenale e Campigo – comunica Marcon -. Sabato sarà interessato San Floriano e domenica i Due Mulini. Man mano che giungeranno altre mascherine dalla Protezione Civile di Treviso, proseguiremo con il resto del territorio. In parallelo, lavorando in un doppio binario, stiamo dotando di presidi i soggetti deboli delle case di riposo ed i disabili”.

La distribuzione quindi proseguirà in questi giorni con la consegna porta a porta, in base ai protocolli provinciali: dovrebbe essere garantita una mascherina per persona.

 

“Ringrazio la Protezione civile, tutti i gruppi frazionali e le associazioni di volontariato che rappresentano i quartieri per l’encomiabile disponibilità e per essersi prontamente attivati nel servizio – afferma Marcon -. In questa fase emergenziale, chiedo però a tutti pazienza perché la produzione, la fornitura e la distribuzione richiedono necessari tempi tecnici”.

 



foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×