20 ottobre 2021

Castelfranco

Manifesto no-vax ad Asolo

"Per me è un pugno allo stomaco": dice amareggiato il sindaco di Asolo, Mauro Migliorini

| Maria Elena Tonin |

immagine dell'autore

| Maria Elena Tonin |

Il manifesto no vax

ASOLO - Complice un centro commerciale deserto e una zona industriale che si sta godendo gli ultimi giorni di vacanza, ma il chiaro messaggio veicolato dal manifesto fermo da almeno 3 giorni in via Castellana ad Asolo, sembra essere passato inosservato ai più e non aver suscitato grande scalpore nell'asolano, anche se posizionato in un luogo in cui molte attività sono obbligate a chiedere il Green Pass."In realtà, forse quelli che l'hanno notato di più sono stati proprio i vigili urbani che questa mattina sono passati a scattare qualche foto" ci racconta il gestore della palesta Asolo Fitness che ha l'entrata adiacente a dove è stato posizianato il cartellone con il messaggio "No Vax". Difficile non notare furgone e manifesto, eppure sembra proprio che sia così: "Vero che in questo periodo viaggiamo con numeri piccoli, ma credo che almeno l'80% dei nostri clienti non ci abbia fatto caso e che il messaggio non sia passato. Qui molti uffici sono ancora chiusi. Io personalmente ero abbastanza incredulo, ma nessun cliente ha commentato. Qualcuno quando gli ho fatto notare il manifesto, è uscito a guardare stupito"



Stesse corde anche per il gestore di uno dei negozi al piano terra: "Probabilmente nemmeno l'hanno notato o lo hanno scambiato per la pubblicità di un supermercato. Io francamente ero perplesso, ma messuno dei miei clienti ha commentato. Certo che se i cosidetti no vax che vogliono essere "lasciati in pace", a loro volta devono rispettare chi si vaccina."conclude pragmatico.



Posizionato a lato di via Castellana, ma ben visibile in entrambe le direzioni, sia per chi arriva da Riese Pio X, sia per chi arriva da nord e considerato alla stregua di "pubblicità" dalle forze dell'ordine, il cartellone mantiene per ora la sua posizione. "Per me è un pugno allo stomaco" dice amareggiato il sindaco di Asolo, Mauro Migliorini "ma purtroppo, secondo le normative vigenti, per almeno altre 48 ore non possiamo farlo rimuovere."  Il primo cittadino asolano dichiara di aver comunque segnalato la presenza del manifesto ad Ulss e Prefettura.



In realtà l'asolano da tempo è nell'occhio del ciclone per il basso numero di vacinazioni, tanto che proprio sabato scatta nell'area pedemontana il VDay, così come in passato non sono mancati gli "avvisi" in luoghi pubblici, come lo striscione contro le mascherine a scuola, rimasto appeso per molte settimane sulla cancellata del plesso unico Città di Asolo o le esternazioni farneticanti ai piedi della Fontana Maggiore.



http://ttps://www.oggitreviso.it/pochi-vaccinati-nellarea-pedemontana-sabato-scatta-vax-day-261134


 


| modificato il:

foto dell'autore

Maria Elena Tonin

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×