15 gennaio 2021

Nord-Est

Mamma con due figli si perde durante l'escursione in quota: famiglia recuperata dai soccorritori

È accaduto nel pomeriggio di oggi in provincia di Udine, tra Camporosso e la Val Filza

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

soccorso alpino

TARVISIO (UDINE) - La stazione di Cave del Predil del Soccorso Alpino e Speleologico è intervenuta tra le 14.40 e le 16.40 nei boschi di Zafratta per andare incontro ad una quarantatreenne di Trieste.

La donna aveva perso il sentiero durante una passeggiata con i due figli minorenni di 11 e 7 anni. La signora era partita da Camporosso per intraprendere il sentiero con segnavia CAI 506 che conduce a Malga Gacceman in Val Filza di Ugovizza attraverso un fitto bosco di faggi.

Le condizioni autunnali del bosco, che presentano grandi quantità di fogliame cadute sul sentiero, hanno probabilmente favorito la perdita di alcuni segnavia ricoperti dalle foglie stesse, portando la donna fuori traccia. E' stata lei stessa a telefonare al numero di stazione quando si è ritrovata sull'orlo di una scarpata sopra il Torrente Cella a quota 1050 di altitudine.

I soccorritori della stazione di Cave assieme a quelli della Guardia di Finanza si sono mossi guadagnando terreno con il fuoristrada per poi raggiungere, in dieci minuti di sentiero, la famiglia. E' stato attrezzato anche un tratto di una decina di metri di corda fissa per far procedere in sicurezza i tre escursionisti, che sono stati riaccompagnati a valle con i mezzi.
 

 



Gianandrea Rorato

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×