20/01/2022coperto

21/01/2022sereno

22/01/2022sereno

20 gennaio 2022

Vittorio Veneto

Mamma capra single (col capretto neonato) cerca casa

Alpina, capretta trovatella, stanotte ha partorito...a sorpresa. E ora mamma e figlio cercano sistemazione

| Emanuela Da Ros |

immagine dell'autore

| Emanuela Da Ros |

capretta albina cordignano

CORDIGNANO - E’ stata battezzata Alpina, perché - debilitata e in pericolo di vita - aveva ripreso le forze grazie a una dieta a base di vino rosso. Alpina è una capra. Una capretta abbandonata lo scorso novembre, a Cordignano, che la polizia locale ha temporaneamente affidato al cacciatore Gino Sommariva.

 

Quel Sommariva, che - su OggiTreviso - era stato criticato e insultato per aver portato al macello il capro Mariolino. Negli ultimi due mesi, Gino Sommariva si è preso cura di Alpina, che dopo la batosta dell’abbandono si è ripresa alla grande, grazie alle cure di un veterinario e a quelle del padrone-in- affido.

 

Negli ultimi due mesi, Gino si è dato da fare perché qualcuno adottasse la capretta. “Non voglio certo sbarazzarmi di lei - ha precisato - ma visto l’odio feroce di cui sono stato oggetto dopo la vicenda di Mariolino, vorrei che chi si è indignato o ritiene di poter avere un rapporto migliore con le capre si faccia avanti.

 

Con le garanzie del caso, sono disposto a cedere Alpina.” Per farlo, Gino si era rivolto all’Enpa, e sembrava che una soluzione fosse stata trovata. La capretta era in lizza per l’accoglimento presso una fattoria-didattica. Ma il responsabile, dopo averla incontrata, ne aveva bocciato la candidatura, perché Alpina sembrava non avere un ‘carattere da far ostie’.

 

Scontrosetta (vuoi per l’esperienza negativa subita nell’infanzia), l’Alpina non pareva adatta per relazionarsi con dei bambini. Mentre la campagna ‘Adotta la capretta Alpina’ si profilava, c’è stata una sorpresa. Questa notte, la capra trovatella ha partorito e ora è ufficialmente una mamma-capra- single. L’adozione - a questo punto - non riguarda più solo lei, ma anche il pargolo cornuto.

 

Chi desiderasse accogliere mamma-e- figlio può contattare l’Enpa di Treviso. Sapendo che l’appello ha una vagito-belato in più.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Emanuela Da Ros

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×