24/01/2022sereno

25/01/2022foschia

26/01/2022foschia

24 gennaio 2022

Oderzo Motta

Madre e lavoratrice: se ne parla a Motta

Tante le azioni in campo: contributi per famiglie monoparentali e genitori separati in difficoltà, contributi per agevolare l’utilizzo di asili nido o nidi in famiglia

|

|

Madre e lavoratrice: se ne parla a Motta

MOTTA DI LIVENZA - Madre lavoratrice: se ne parla a Motta. Un importante appuntamento si è tenuto in Municipio sabato scorso e promosso dall’associazione Aiuto Donna Oderzo in collaborazione con l’associazione Zona Franca e con il patrocinio del Comune.

L’argomento trattato è "madre lavoratrice - il mantenimento del posto di lavoro come tutela dei diritti delle madri e dei figli minori". Il convegno è stato presentato e condotto da Barbara Turcolin, presidente dell’associazione Zona Franca. Erano presenti come relatori l’avvocato Cinzia Zanardo; Sara Pasqualin, segretaria confederale della camera del Lavoro di Treviso; Sabrina Matteazzi, responsabile area risorse umane Oras e membro direttivo triveneto di AIDP; Claudia Ceccarello, psicologa esperta in politiche di pari opportunità, le dott.sse in psicologia Paola Artusato e Alice Barro che hanno parlato della resilienza come fattore strategico.

“L’Amministrazione comunale di Motta di Livenza è sempre stata sensibile a questa tematica ed ha lavorato negli anni per cercare di aiutare le donne dopo una gravidanza a mantenere il proprio posto di lavoro, frutto di sacrifici fatti negli anni.” – segnala il Sindaco Alessandro Righi - “Sono stati fatti vari interventi per tutelare le donne a Motta di Livenza e siamo parte attiva della rete sulla violenza sulle donne promosso dalla città di Treviso. Tante le azioni in campo: contributi per famiglie monoparentali e genitori separati/divorziati in situazioni di difficoltà economica, contributi per agevolare l’utilizzo di asili nido o nidi in famiglia per genitori lavoratori, parcheggi rosa per facilitare l’accesso alle neo mamme alle varie attività e tanto altro. Ringrazio per il grande lavoro fatto l’Assessore Francesca Breda e la Consigliera delegata alle pari opportunità Claudia Lunardelli’’.

‘’Un argomento molto attuale ma ancora di cui non si parla molto, afferma l’Assessore Breda. Molte volte le donne dopo una gravidanza si trovano di fronte al bivio se continuare a lavorare o dedicarsi completamente alla crescita dei figli.

Ci sono ancora degli squilibri nei carichi famigliari tra madri e padri e conciliare gli impegni domestici e di lavoro non è sempre facile. E nelle situazioni di violenza questo può diventare un punto di non ritorno per una donna. Penso che si possa fare di più per tutelare le donne. Le azioni che stiamo attuando con Amministrazione e questi convegni aiutano sicuramente ad affrontare questa tematica. Nel 2019 abbiamo attuato anche un progetto con le scuole superiori del nostro paese per sensibilizzare i ragazzi e le ragazze contro la violenza di genere. “

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×