28 luglio 2021

Conegliano

L'ultimo saluto ad Antonio: "Era un grande personaggio"

Questa mattina il funerale di Antonio Luis Piccoli nella chiesa di San Martino

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

funerale piccoli conegliano

CONEGLIANO - Questa mattina, al funerale di Antonio Luis Piccoli, c’erano due bandiere: quella italiana e quella brasiliana. Perché Antonio, per anni, ha rappresentato un punto d’incontro tra i due paesi. Piccoli era anche uno dei soci fondatori dell’associazione “Veneto-Brasile” presieduta da Bruno Zanette.

 

E proprio Antonio è stato uno degli organizzatori del viaggio che nel 2019 ha portato alcuni membri dell'associazione e dell'amministrazione comunale in Brasile, a Garibaldi, città gemellata con Conegliano. “Era un grande personaggio, umile ma grintoso, dignitoso”, ha detto di lui Zanette, ricordando proprio quel viaggio.

 

Piccoli, giornalista stimato e patron di Radio Conegliano, è morto a 64 anni: è stato un tumore a spegnere prematuramente il suo sorriso. Al termine del funerale è stata letta anche una testimonianza in lingua portoghese, che ha definito Piccoli un uomo “disponibile”, “sincero”, che vive “nei nostri cuori”.

 

A salutarlo per l’ultima volta, questa mattina, c’erano anche gli ex amministratori della città: Piccoli era sempre presente alle conferenze stampa del comune di Conegliano, “armato” di telecamera e microfono. Noi colleghi non dimenticheremo i suoi modi gentili ed eleganti, il suo sorriso sincero e il suo immancabile accento brasiliano.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×