20 ottobre 2020

Esteri

Libia valuta il rilascio di tutti i migranti

|

|

Libia valuta il rilascio di tutti i migranti

Il governo di concordia nazionale sta discutendo della chiusura di tutti i centri di detenzione di migranti in Libia e del rilascio di tutti i migranti detenuti per la loro sicurezza. Lo ha sottolineato il ministro dell'Interno di Tripoli, Fathi Bashaga, dopo il raid che ha provocato una strage nel centro di detenzione di migranti a Tajoura.

 

Bashaga, citato dal portale d'informazione 'Libya Observer', ha anche evidenziato che il governo di concordia nazionale è obbligato a proteggere tutti i civili, ma gli attacchi ai centri di detenzione con jet F-16 vanno oltre le capacità del governo di proteggerli.

 

Secondo quanto indicato dall'Ufficio Onu per il Coordinamento degli Affari Umanitari (Ocha), i "raid aerei sono stati due" e hanno provocato almeno 53 morti, tra cui sei bambini, e 130 feriti. In particolare, un missile ha colpito un garage disabitato, mentre il secondo ha centrato un hangar dove si trovavano 120 migranti.

 

"Ci sono notizie secondo le quali a seguito del primo impatto alcuni rifugiati e migranti sono stati colpiti dalle guardie mentre provavano a scappare", ha sottolineato l'Ufficio Onu. L'Ocha ha riportato che "approssimativamente 500 tra rifugiati e migranti restano detenuti nel centro di Tajoura, molto vicino a una base militare", mentre sono circa "3.800" quelli che "continuano ad essere detenuti arbitrariamente nei centri di detenzione" in zone a rischio a causa del conflitto.

 



vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×