09/08/2022sereno

10/08/2022poco nuvoloso

11/08/2022poco nuvoloso

09 agosto 2022

Treviso

Via libera al progetto per i primi 500 metri di rete fognaria che collegherà il centro città al depuratore di Via Pavese

Il costo dell’intervento è di 2,5 milioni di euro, e la durata del cantiere sarà di dieci mesi. Gli operai lavoreranno anche nelle ore notturne per accelerare i tempi

| Maria Luisa Da Rold |

immagine dell'autore

| Maria Luisa Da Rold |

Planimetria microtunneling

TREVISO- Il Consiglio di amministrazione di Alto Trevigiano Servizi approva il progetto per la posa dei primi 500 metri di tunnel fognario che correrà sotto Sile, la linea ferroviaria e l’area di deposito corriere della Mom. Il piano sarà discusso in Conferenza dei servizi a dicembre. Il costo dell’intervento è di 2,5 milioni di euro, e la durata del cantiere sarà di dieci mesi. Operai e tecnici lavoreranno anche nelle ore notturne per accelerare i tempi di esecuzione dell’opera. Il progetto è uno dei più innovativi mai studiati e realizzati da Ats.

 

L'obiettivo è la posa della rete fognaria in un centro storico cittadino praticamente privo del servizio con l’impiego della tecnologia no-dig, ossia il microtunnelling, la meno impattante per la città in termini di viabilità e circolazione mezzi . In sostanza, si tratta di realizzare un tunnel sotterraneo della lunghezza finale di 1,5 chilometri, destinato a collegare il centro storico al depuratore di Via Pavese. Questa prima fase partirà dall’area verde in viale Tasso (vicino al Bastione di Santa Sofia) per poi proseguire con la realizzazione della galleria sotto il Sile, la linea ferroviaria Treviso-Udine (a ridosso del ponte della Gobba) e il deposito delle corriere Mom (adiacente alla zona dell’ospedale).

 

 “In questi mesi di realizzazione del primo tratto imbastiremo la conferenza dei servizi e l’appalto del secondo stralcio in modo tale da avviare i lavori non appena realizzata la prima parte del tunnel – spiega l’amministratore delegato di Ats, Pierpaolo Florian – Si tratta di un’opera di ingegneria civile e idraulica davvero importante per la città, ideata e progettata da uno dei migliori studi di ingegneria a livello nazionale che ha collaborato a stretto contatto con i nostri uffici interni. Con l’avvio di questo primo stralcio daremo una svolta importante per l’estensione della rete fognaria del capoluogo”.

 

“L’intera opera rappresenta una sfida importante per tutti, ma soprattutto andrà a beneficio di un’intera comunità – aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Treviso, Sandro Zampese – Il contatto fra i nostri uffici tecnici e quelli di Ats sarà costante."

 


| modificato il:

foto dell'autore

Maria Luisa Da Rold

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×