07 marzo 2021

Esteri

Libano, sottufficiale italiano trovato morto nella base Unifil

Il Primo Maresciallo Luigi Sebastianis in servizio presso la base di Shama è stato trovato privo di vita.

|

|

Libano, sottufficiale italiano trovato morto nella base Unifil

Shama (Libano) - All’alba di oggi, il Primo Maresciallo Luigi Sebastianis in servizio presso la base UNIFIL di Shama è stato trovato privo di vita.

Il militare è rimasto colpito da un proiettile mentre era intento a svolgere un servizio armato all’interno della base.

Il colpo che ne ha causato il decesso è partito dalla propria pistola d’ordinanza. Il fatto è accaduto mentre il sottufficiale si trovava, da solo, all’interno di un locale predisposto per il servizio.

Sono in corso gli accertamenti da parte delle autorità preposte per stabilire la dinamica dell’accaduto.

Allo stato attuale delle indagini si esclude il coinvolgimento di terze persone. Il 1° Maresciallo Luigi Sebastianis, originario di Palmanova (UD), prestava servizio in Patria presso il battaglione logistico “Ariete” di Maniago (PN).

Luigi Sebastianis era in Libano dallo scorso mese di maggio ed era da poco rientrato da un periodo di licenza. Lavorava presso il Combat Service Support Battalion. Lavorava presso il Combat Service Support Battalion.

 

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×