28 maggio 2020

Castelfranco

Lezioni a distanza per gli studenti del Conservatorio Agostino Steffani per il Coronavirus

L’Università della Musica si converte al web per fare lezione

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Conservatorio Agostino Steffani di Castelfranco

CASTELFRANCO – Le disposizioni di chiusura degli atenei hanno indotto il Conservatorio Agostino Stefani a trovare soluzioni alternative, per quanto possibile. Così per i corsi collettivi, storico-musicologici, inglese, didattica musicale, composizione le lezioni di: teoria e solfeggio, storia della musica, inglese letteratura italiana, ma anche jazz musica elettronica letteratura chitarristica e musica corale si terranno a distanza.

“Nell’emergenza, viste le richieste da parte degli Studenti e la disponibilità dei Professori - spiega il direttore Stefano Canazza -, possiamo utilizzare questo periodo per sperimentare le modalità di utilizzo della didattica a distanza”. Ovviamente per le lezioni tecniche di strumento è necessaria la presenza fisica e per quest’ambito non c’è ancora modo di ovviare la problema ma per il resto il web consentirà agli studenti di fare lezione.

Il nostro istituto approfitta di questo periodo per sperimentare una modalità favorevole per gli studenti di approccio e di snellimento degli spostamenti - spiega il direttore Stefano Canazza -. Indipendentemente dall'emergenza, questo periodo ci servirà per sperimentare questo nuovo protocollo di didattica a distanza che prima era solo marginalmente utilizzato. Ora la necessità ci porterà a fare uso di questo strumento in maniera più articolata e organizzata. Credo sia importante fare tesoro dei momenti come questo per rinnovarci e studiare nuove soluzioni. Lo strumento della didattica a distanza potrà aiutarci soprattutto nell'organizzazione delle materie teoriche”.

Il Conservatorio inoltre, si trova a fronteggiare una contingenza molto difficile visto che tutti i concerti e le masterclass sono stati annullati fino ad aprile. “Fortunatamente rispetto a Licei ed Università abbiamo la possibilità di tenere esami fino a luglio e da settembre. I nostri studenti sono in genere già responsabilizzati nello studio dello strumento individuale in preparazione di esami, audizioni e concerti – conclude il direttore -. Il periodo è difficile ma io dico ad allievi e docenti. Approfittatene per studiare, aggiornare i vostri siti personali, pianificare nuove avventure musicali, ascoltare la musica degli altri e prepararvi ai tempi in cui l'emergenza sarà conclusa”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×