06 giugno 2020

Vittorio Veneto

L'elicottero per il soccorso di Treviso impegnato a Belluno: "Ripristinate il servizio notturno"

L'appello di Daniele Dal Mas e di Silvano De Nardi

| commenti |

| commenti |

elisoccorso notturno treviso belluno

VITTORIO VENETO - “In seguito alla richiesta partita dal comune di Belluno, con firmatari i consiglieri di maggioranza,tra i quali l'ex capo del Soccorso Alpino provinciale Fabio Rufus Bristot, siamo ad aggregarci e far pressing affinché anche i sindaci del trevigiano si muovano per chiedere alla Regione la riattivazione del servizio dell'elisoccorso notturno. Perlomeno nel territorio delle Prealpi trevigiane che va dall'estremità del Comune di Cordignano a Valdobbiadene, e che ha al proprio interno le aree montane del Cesen, Pian De le Femene, Visentin, Monte Pizzoc e il Cansiglio”.

 

A chiederlo sono Daniele Dal Mas, del comitato “Uniti per la Valsalega” e Silvano De Nardi, presidente del comitato di quartiere della Val Lapisina. «C’è la necessità che il servizio di elisoccorso venga da subito potenziato, per partire con la sperimentazione sin dal prossimo anno e pervenire nel 2019 a regime con la partenza del servizio h24 - hanno scritto i consiglieri bellunesi alla Regione Veneto - Non sarà neppure lontanamente pensabile che possa essere Treviso a dover garantire questa tipologia di servizio”.

 

Trento e Bolzano, nel frattempo, stanno effettuando felici sperimentazioni e attività legate all’elisoccorso notturno e la Lombardia ha iniziato il percorso da quest’anno. Nella stessa direzione si stanno muovendo Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Toscana ed Emilia Romagna.

 

«Nella nostra provincia, invece, è tutto incomprensibilmente fermo, nonostante le cogenze che quotidianamente si registrano» dichiarano Dal Mas e De Nardi.

 

Il rischio è che sia sempre l'elisoccorso di Treviso a dover sopperire e a volare nella provincia di Belluno per eventuali soccorsi,correndo il rischio quindi di aumentare i tempi per i soccorsi a favore dell'utenza trevigiana: “Se succede una qualsiasi emergenza nel territorio trevigiano ed abbiamo l'elicottero del S.U.E.M di Treviso a Belluno, vi è il rischio che non si riesca a fare soccorsi tempestivi” proseguono Dal Mas e De Nardi.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×