20 settembre 2021

Vittorio Veneto

Legambiente, tuffo nel Meschio a Savassa per il recupero della balneabilità dei corsi d'acqua

Iniziative della sezione vittoriese per la tutela del fiume Meschio e del Lago di Santa Croce: prossimo appuntamento il 15 luglio. Identico appuntamento anche a Breda lungo il Piave

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

Legambiente

Nella foto, identica iniziativa a Breda di Piave

 

VITTORIO VENETO - Anche quest’anno si è tenuto il Big Jump, la campagna europea di European Rivers Network (ERN) nata per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla qualità delle acque, per il recupero della balneabilità nei grandi corsi d’acqua e per tutelare la salubrità dei fiumi.

 Un importante evento collettivo: nello stesso momento centinaia di migliaia di persone si sono tuffate nei corsi d’acqua delle loro città in più di 20 paesi europei.
“Lo scopo del “Big Jump” – affermano gli attivisti di Legambiente del Vittoriese - è di riavvicinare le genti ai propri fiumi, dopo decenni in cui gli stessi sono stati considerati il recapito delle fogne e dei rifiuti delle città o una risorsa da utilizzare fino all’ultima goccia d’acqua: in questi ultimi decenni i fiumi sono imbrigliati, canalizzati, regolati e l’obiettivo europeo è quello di liberarne 25000 chilometri dagli sbarramenti entro il 2030.”

A Vittorio Veneto, per il terzo anno, volontari e simpatizzanti di Legambiente si sono dati appuntamento in località Savassa e si sono tuffati nelle fresche acque del Meschio.

“Dobbiamo tenere alta l’attenzione sul nostro fiume - aggiungono – ogni anno nelle giornate di pulizia rinveniamo ancora molti rifiuti lungo le sponde inoltre è costantemente messo a dura prova dalla costruzione e progettazione di nuove centraline idroelettriche che, andandosi a sommare a quelle storiche, hanno raggiunto il considerevole numero di 36 in meno di 20 km di corso.
A proposito di acque non dimentichiamo anche la presenza del cromo nelle falde presenti sotto l’ex stabilimento Carnielli che richiederebbe un urgente intervento di bonifica.
Infine pensiamo che, nel caso specifico del Meschio, vi sia l'impellente urgenza di un’opera di riqualificazione naturalistica del paesaggio fluviale insieme a quello urbano e produttivo. Rilanciamo quindi la nostra proposta di attuare il Parco del Meschio così da avere maggiori strumenti di tutela e salvaguardia del suo habitat . Ci ritroveremo qui anche il prossimo anno sperando in una sempre più ampia adesione dei vittoriesi e tutti coloro che hanno a cuore il Meschio

Sempre in tema di acque sul Lago di Santa Croce il 15 luglio arriverà la “Goletta dei laghi”, campagna nazionale di Legambiente per monitorare lo stato di salute dei laghi italiani.

Ieri identica iniziativa anche a Breda di Piave lungo il Piave (nella foto).

 


| modificato il:

Gianandrea Rorato

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

21/07/2021

"Preoccupa lo stato di depurazione del fiume Livenza"

L'operazione "Fiumi - Esplorare per Custodire” di Legambiente presenta i dati del corso d'acqua: «Attenzione ai valori del batterio "escherichia coli" presente in quantità ben oltre il limite considerato da Arpav»

immagine della news

04/10/2020

E tu ci stai a fare “plogging”?

Spostato, per il broncio del meteo, l’appuntamento “Puliamo il mondo”, i volontari hanno in serbo una sorpresa. Svedese!

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×