01/12/2021sereno

02/12/2021pioggia debole

03/12/2021poco nuvoloso

01 dicembre 2021

Vittorio Veneto

Le caserme sono gratis! Basta chiederle

Scaduto il protocollo tra comune e ministero, la giunta ora può ottenere gratuitamente gli immobili

| Emanuela Da Ros |

immagine dell'autore

| Emanuela Da Ros |

Le caserme sono gratis! Basta chiederle

VITTORIO VENETO - Il dado è tratto. Nel senso che - qualcuno se lo ricorda? - il Protocollo d'intesa tra Ministero della difesa, Agenzia del demanio e comune di Vittorio Veneto “per la valorizzazione di alcuni immobili militari presenti nel territorio comunale” è scaduto. E non se ne farà più nulla.

L’articolo 7 del documento, alla voce “Durata dell’intesa” stabiliva infatti che il protocollo sarebbe stato valido per un anno e che “trascorso inutilmente il termine di 2 + 3 mesi , le parti si intendono libere da ogni vincolo”.

Poiché la tanto acclamata “intesa” decorreva dal 10 novembre 2014, e poiché il comune non ha chiesto alcuna proroga alle altre parti coinvolte, tutto è da rifare.
E si spera bene, questa volta. Anche se non c’è tempo da perdere.

Due mesi per fare e non per “valutare”. In base al decreto Milleproroghe (senti che nomi inventano al ministero), il comune di Vittorio Veneto ha tempo - attenzione! - fino al 31 dicembre per chiedere di acquisire a titolo gratuito alcune caserme dismesse, come previsto dal Decreto legge 68 del 2013 sul Federalismo Demaniale, i cui termini di intervento sono stati riaperti il 15 marzo scorso.

La comodità. Per entrare in possesso della Gotti, di Palazzo Doro Altan, della magnifica sede dell’ex 1°Fod e di altri tre immobili, i membri della giunta non dovranno - come appena insediati - prendersi la briga di fare una gitarella a Roma. Tutto “l’applicativo” è infatti online. E il decreto stabilisce che “gli Enti territoriali interessati possono presentare domanda di trasferimento grazie ad una procedura guidata, snella e immediata.”

“L’Agenzia del Demanio - si legge ancora -, dopo aver ricevuto la richiesta dell’immobile e averne valutato la trasferibilità secondo i criteri stabiliti dalle legge, comunica all’amministrazione l’esito e in caso positivo procede al trasferimento del bene che entrerà a tutti gli effetti nel patrimonio locale.”

Al 31 dicembre 2015 l’Agenzia del Demanio ha già devoluto agli enti territoriali 3.496 immobili, per un valore complessivo di 886,6 milioni di euro, che saranno così recuperati e inseriti in iniziative di sviluppo locale, generando valore economico, sociale e occupazionale.

Vittorio Veneto, con una mossa discutibile, aveva firmato un protocollo d’intesa che la tagliava fuori da questa possibilità. Ora che il protocollo è scaduto, può rimediare.
Ma senza perdere altro tempo.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Emanuela Da Ros

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

20/05/2016

Caserme in regalo

Fasan e Da Re sollecitano un intervento dell'amministrazione Tonon

immagine della news

07/10/2015

Caserme, tutto da rifare

Il sindaco rinvia l’atto di indirizzo: la destinazione agricola dell’aerocampo non convince la giunta

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×