20/05/2024pioggia debole

21/05/2024rovesci di pioggia

22/05/2024nubi sparse e temporali

20 maggio 2024

Montebelluna

Le bellezze del Piave celebrate dai colori di Fiorenza Serrajotto e dalle parole di Andrea Zanzotto

La pittura locale torna protagonista con una mostra in Villa Ancilotto a Crocetta del Montello

| Margherita Zaniol |

| Margherita Zaniol |

Fiorenza Serrajotto

CROCETTA DEL MONTELLO - I paesaggi, gli sguardi e gli echi del Piave immortalati nei dipinti e nelle parole di due importanti artisti del territorio. Nasce da questo connubio la nuova mostra ospitata in Villa Ancilotto a Crocetta del Montello inaugurata il 1° marzo e fruibile fino al prossimo 5 maggio 2024. “Fiorenza Serrajotto – Dentro il paesaggio: sguardi, echi e memorie dalla poesia di Andrea Zanzotto” è il titolo della mostra che celebra la pittrice di Crocetta del Montello, Fiorenza Serrajotto e il poeta Andrea Zanzotto. Settanta dipinti faranno da eco ai versi poetici che Zanzotto dedicava al paesaggio del territorio trevigiano e montelliano. L’accostamento nasce da una lunga amicizia che lega le famiglie dei due artisti, mettendo al centro l’incanto della natura del paesaggio tra Piave e Montello, così continuamente mutevole tra luci e colori diversi. La mostra curata da Elena Volpato è un viaggio in cui i dipinti di Fiorenza Serrajotto fanno da eco alle parole di Andrea Zanzotto, in un percorso che unisce due modi di rappresentare la medesima bellezza.

“Siamo felici di ospitare questa mostra di Fiorenza Serrajotto perché lei è in grado di osservare il mutevole scorrere del fiume Piave, ne fissa sulla tela momenti fuggevoli, mentre Zanzotto si compiace per simile ambiente e al contempo manifesta con sconforto il progressivo degrado – spiega il sindaco di Crocetta del Montello, Marinella Tormena -. Siamo certi che quanto proposto da Fiorenza Serrajotto costituisce un ulteriore stimolo per apprezzare ed amare la nostra terra”. “Non si tratta semplicemente di una mostra di pittura, ma è molto di più – aggiunge l’Assessore alla cultura di Crocetta del Montello, Giancarlo Fritz -. All’esposizione si abbina un’installazione di paesaggio sonoro: un modo suggestivo per dare voce a Piave e Montello, evidenziando le armonie della natura ma anche le disarmonie create dagli interventi dell’uomo”.

“La mostra racconta il felice e prolifico rapporto di Fiorenza Serrajotto con il paesaggio, richiamando alla mente quello che in poesia fu il parallelo fra natura e dialetto per Andrea Zanzotto – spiega la curatrice della mostra Elena Volpato -. L’espressione artistica si manifesta in molteplici forme, percorre diverse strade e produce infinite opere. Se uno dei maggiori esponenti della poesia novecentesca ha trovato nelle parole la miglior risposta per vestire e far brillare il suo amato territorio, Fiorenza Serrajotto risponde alla stessa esigenza dando forme e contorni a quello che Zanzotto definiva immenso donativo”.

“Considero la pittura un’incessante ricerca che dà emozioni e soddisfazioni impagabili, fonte di vitalità che mi permette di condividere con gli altri ciò che cerco di aggiungere alla realtà – racconta la pittrice Fiorenza Serrajotto -. La fedeltà al paesaggio è stata il denominatore comune della poesia zanzottiana e l’impegno per la tutela del patrimonio paesaggistico ha sempre caratterizzato l’attività culturale del poeta. Il suo impegno deve essere anche il nostro, più che mai ora che il delicato e prezioso equilibrio delle grave del Piave è minacciato da deturpanti opere cementizie”. La mostra aprirà nei seguenti orari: dal martedì al venerdì dalle 15:00 alle 18:00, il sabato e la domenica dalle 9:30 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:00. È possibile accedere alla mostra con visite guidate prenotando presso il Comune di Crocetta del Montello e la Biblioteca Comunale. L’ingresso alla mostra è gratuito.

 



 

 



Margherita Zaniol

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×