03/07/2022poco nuvoloso

04/07/2022pioggia debole e schiarite

05/07/2022pioggia debole e schiarite

03 luglio 2022

Treviso

Lavoro, nel terziario trevigiano 30% in più di assunzioni di donne e under30

Nella maggior parte dei casi sono contratti di lavoro a tempo determinato e in somministrazione

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Lavoro, nel terziario trevigiano 30% in più di assunzioni di donne e under30

TREVISO - Il terziario della provincia di Treviso a fine 2021 registra 31.935 assunzioni di giovani under 30 e 43.935 donne, con crescite in entrambi i casi di circa il 30% sull'anno precedente, su un totale di 82 mila nuovi contratti complessivi. Sono i dati elaborati dal Centro Studi dell'Ente bilaterale per il commercio di Treviso.

Il saldo è di 5.440 unità tra i giovani e di 3.700 nel segmento femminile, ma per la maggioranza sono contratti di lavoro a tempo determinato e in somministrazione, in particolare nei servizi. Per quanto riguarda i posti di lavoro occupati da donne la formula del part - time costituisce il 44,2% (pari a 2025 contratti) dei posti.

“Anche se il trend quantitativo è positivo” - commenta il presidente di Ebicom Adriano Bordignon – “la sfida post pandemia è e sarà sempre più soprattutto qualitativa. Il lavoro oggi, non è riconducibile solo alla dimensione contrattualistica o salariale, ma assume molte nuove dimensioni su cui occorre ragionare anche tramite la concertazione territoriale e nuove relazioni sindacali. I giovani, oltre al fatto che sono demograficamente in flessione, ci stanno dimostrando, coi fatti, che occorre invertire l’ordine dei fattori e mutare il paradigma lavoro-stipendio-sacrifici"o.

"Il lavoro, per essere considerato “buono”, non è più e non solo l’incrocio tra un impiego di tempo, uno sforzo e un compenso, ma un risultato complessivo che pone al centro la persona nella sua interezza, oggi sempre più alla ricerca di un equilibrio generale dettato non solo dallo stipendio, ma dalle relazioni personali e familiari, dal benessere prodotto dalle scelte lavorative e dallo stile di vita che esse determinano. Questo è sicuramente uno dei nuovi fenomeni accelerati dalla pandemia”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

20/02/2022

BUONA DOMENICA Onorevoli, stipendi e privilegi

C'è chi per colpa del Covid ha perso il lavoro. Chi per non volersi vaccinare deve stare a casa. E poi ci sono gruppi di parlamentari no vax che al bonifico mensile non intendono rinunciare

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×