27 ottobre 2021

Treviso

Latitante fermato in autostrada a Roncade: deve scontare tre anni

La Polizia ferma anche un camionista con documenti falsi: per lui 7.500 euro di multa. Mentre un automobilista è stato sorpreso con una mazza da baseball

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

Polizia

TREVISO - In autostrada a Roncade beccato un latitante che deve scontare tre anni di reclusione.

La Polizia Stradale di Treviso, impegnata nella attività di controllo di mezzi di trasporto di persone e merci lungo le arterie stradali ed autostradali della provincia, nel corso di servizi mirati effettuati nell’ultimo weekend, ha proceduto al controllo, in occasioni diverse, di numerosi veicoli.

Nel corso di un controllo in autostrada, nel territorio comunale di Roncade, gli agenti intimando l’alt ad un’autovettura hanno rintracciato un cittadino rumeno L.F. di anni 39, destinatario di due ordini di carcerazione per esecuzione pena (complessivamente di  3 anni e di 3 mesi di reclusione) emessi dall’Autorità Giudiziaria di Firenze in quanto resosi responsabile dei reati di ricettazione continuata, furto aggravato in concorso e inottemperanza alle normative sul soggiorno nel territorio nazionale.

Il catturato, dopo accurati accertamenti sulla sua identità, è stato portato tradotto presso la Casa Circondariale di Treviso. Lungo la viabilità ordinaria gli agenti hanno proceduto al controllo di un autoarticolato d’immatricolazione nazionale e del relativo conducente.

Quest’ultimo, S.I. cittadino rumeno di anni 36, ha espibito documentazione abilmente contraffatta. Accompagnato per le verifiche del caso presso gli Uffici della Sezione Polizia Stradale di Treviso è stata accertata, anche grazie ai tempestivi scambi informativi con il collaterale organo di Polizia rumeno, la falsità dei documenti esibiti.

L’autista è stato così deferito all’Autorità Giudiziaria di Treviso per il reato di falsità materiale commessa dal privato e i relativi “documenti” autorizzativi alla guida, quali patente di guida e carta di qualificazione posti sotto sequestro penale.

Al medesimo conducente in considerazione delle numerose infrazioni commesse alla guida del veicolo industriale, attinenti in particolare i tempi di guida, di riposo e le previste interruzioni alla guida, sono state elevate una serie di violazioni amministrative per un importo complessivo di quasi 7.500 euro.

Sempre lungo la viabilità ordinaria il Personale ha proceduto al fermo di un’autovettura condotta da S.C. di anni 23. All’interno dell’abitacolo veniva rivenuta una mazza tipo baseball nell'immediata disponibilità del conducente senza giustificato e/o valido motivo.

Il conducente è stato quindi denunciato in stato di libertà per porto di oggetti atti ad offendere e la mazza posta sotto sequestro penale.

La Polizia Stradale di Treviso continuerà ad attuare mirati controlli con la finalità di contrastare condotte e comportamenti che risultano essere causa principale dell’incidentalità e fattore di rischio per tutti gli utenti della strada.

Le infrazioni accertate aumentano da 7.450 del secondo semestre 2019 a 12.230 del secondo semestre 2020, mentre gli incidenti mortali, rilevati dalla Polizia Stradale, risultano essere diminuiti del 50% nello stesso periodo.

 


| modificato il:

Gianandrea Rorato

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×