19/08/2022pioggia

20/08/2022parz nuvoloso

21/08/2022poco nuvoloso

19 agosto 2022

Atletica

Altri Sport

Larissa Iapichino al Meeting di San Vendemiano

Il 6 luglio gareggerà anche la promettente lunghista, doppia figlia d’arte, che ieri a Rieti, saltando 6.64, ha conquistato il quarto titolo italiano assoluto

|

|

Larissa Iapichino al Meeting di San Vendemiano

In foto, Larissa Iapichino (Alfred Nevsimal)

SAN VENDEMIANO - Domenica a Rieti ha vinto il quarto titolo italiano assoluto della carriera, terzo consecutivo a livello outdoor. Non male per un’atleta che non ha ancora compiuto 20 anni e si è appena affacciata sui palcoscenici che contano.
Larissa Iapichino, la regina del salto in lungo azzurro, una delle sportive italiane più celebri, sarà in pedana nel 2° Meeting Internazionale ATL-Etica – 3° Memorial Prof. Ivo Merlo che mercoledì 6 luglio terrà a battesimo la rinnovata pista di San Vendemiano (Treviso).

E’ un appuntamento che si rinnova perché Larissa è già stata ospite del meeting organizzato dalla società ATL-Etica San Vendemiano nell’estate del 2020, quando alla ripresa dell’attività agonistica dopo la pandemia si gareggiò a Vittorio Veneto e la giovane lunghista toscana, all’epoca ancora juniores, saltò 6.57.

Doppia figlia d’arte (mamma Fiona May è stata due volte campionessa del mondo di salto in lungo; papà Gianni, che l’allena dal giugno 2021, è stato primatista italiano di salto con l’asta), Larissa Iapichino ha il talento della predestinata. Nel 2020 ha saltato 6.80 al meeting di Savona, diventando la seconda italiana di sempre. Nel febbraio 2021 si è migliorata sino al clamoroso 6.91 di Ancona, primato mondiale under 20 indoor, eguagliando il record nazionale assoluto al coperto detenuto dalla mamma. Poi un infortunio le ha impedito la partecipazione olimpica a Tokyo.

Il 6.64 che domenica le ha permesso di indossare la quarta maglia tricolore assoluta della carriera rappresenta la sua miglior misura dell’anno, considerando sia le gare indoor che outdoor. “Mi sono divertita, ho messo un tassello importante nella mia stagione – le parole di Larissa, dopo la vittoria tricolore -. Una bella misura, forse accompagnata da qualche nullo di troppo. Ma sono contenta di come ho approcciato la gara, posso dire di essere sulla strada giusta. Adesso appuntamento a San Vendemiano”.

A Rieti ha dato spettacolo anche il triplista Andy Diaz Hernandez, un’altra delle stelle annunciate per un meeting che promette spettacolo. Impegnato fuori classifica nella gara tricolore, il campione cubano è atterrato a 17.68, aggiungendo tre centimetri al record personale realizzato il 18 giugno nella tappa parigina della Diamond League e rafforzando la seconda posizione nelle graduatorie mondiali dell’anno.
Ventisei anni, dell’Avana, tre volte campione nazionale (2017, 2019 e 2020), Diaz Hernandez è stato finalista mondiale a Londra nel 2017 e bronzo ai Giochi Panamericani del 2019. Dallo scorso inverno fa base in Italia. Tesserato per la Libertas Unicusano Livorno, si allena al centro sportivo della Guardia di Finanza di Castelporziano (Roma), seguito dal bronzo olimpico del 2012, Fabrizio Donato, in collaborazione con Andrea Matarazzo, responsabile della sezione salti delle Fiamme Gialle. A San Vendemiano, come Larissa, potrà dare un saggio importante delle sue qualità.

Il 2° Meeting Internazionale ATL-Etica – 3° Memorial Prof. Ivo Merlo prevede 16 gare di livello assoluto: otto maschili (200, 800, 3000 siepi, 110 hs, 400 hs, asta, giavellotto, triplo) e altrettante femminili (200, 800, 3000, 100 hs, 400 hs, alto, lungo, peso). Al 2° Meeting Internazionale ATL-Etica – 3° Memorial Prof. Ivo Merlo sarà abbinata anche l’edizione inaugurale del Meeting Nazionale ATL-Etica del Talento Giovanile, riservato alla categoria allievi e dedicato al ricordo di Francesco De Coppi, giovane atleta di ATL-Etica San Vendemiano scomparso in seguito ad un incidente stradale nel novembre del 2021.
 

 

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×