29/02/2024pioggia debole

01/03/2024pioggia

02/03/2024pioviggine

29 febbraio 2024

Castelfranco

L’Estate Antifascista dell’Anpi di Castelfranco

Una rassegna di eventi per non dimenticare ciò che è stato ma anche per ragionare sui grandi temi dell’attualità

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Anpi di Castelfranco

CASTELFRANCO – Una rassegna per riflettere sui temi dell’attualità e non dimenticare i capisaldi della storia. Così può essere riassunta l’Estate Antifascista organizzata dall’ANPI di Castelfranco e Porte Aperte per il mese di luglio e ospitata presso il Centro Due Mulini in via Marsala: 4 incontri per approfondire temi storici e di attualità, con il coinvolgimento di esperti che condurranno il dibattito in modo competente e approfondito. “Ad arricchire la rassegna di quest’anno, è la collaborazione con due associazioni attive nel territorio con le quali sono state realizzazione due serate – spiegano i promotori -: “La prima Pietra” associazione che opera all’interno del Carcere Minorile di Treviso, e “Cittadini Ovunque” realtà castellana che si occupa di solidarietà sociale e integrazione. L’edizione 2023 dell’Estate Antifascista è realizzata con il sostegno di Libreria Ubik di Castelfranco e Asolo, e Banca Etica”.

Dopo la prima serata di avvio lo scorso 5 luglio sul tema "L'eversione neofascista, da Castelfranco a piazza Fontana" con Mirco Dondi, ordinario di storia contemporanea all'università di Bologna, lunedì 10 luglio alle 21 sarà la volta di "Prigioni, pene e diritti umani". Valentina Calderone, garante dei diritti delle persone private di libertà al Comune di Roma e già direttrice dell'associazione "A buon diritto" e i volontari dell'associazione "La prima pietra" attiva all'interno dell'istituto penitenziario minorile parleranno dei pestaggi di Santa Maria Capua Vetere, il caso Cospito, e non solo. Riflettori quindi sulla condizione carceraria ricordando che l'articolo 27 della Costituzione recita: "Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato". Un momento di riflessione per capire se in Italia è davvero così o quanto dettato dalla Costituzione resta solo sulla carta.

Duccio Facchini, direttore di Altreconomia, autore di libri e inchieste sul fenomeno migratorio e i volontari di "Cittadini ovunque" venerdì 21 luglio alle 21 tratteranno il tema "L'Italia e i migranti". “Quella dei migranti è una questione che primeggia nei media e nella politica da un paio di decenni, ad uso e consumo di chi la utilizza – spiegano dall’Anpi -. Ma conosciamo davvero il fenomeno migratorio? Sappiamo davvero chi sono i migranti, cosa lasciano e a che cosa vanno incontro?”. Mercoledì 26 luglio sempre alle 21 la rassegna chiude con Clara Abatangelo, nota libraia castellana e Eric Gobetti, storico e autore del libro "I carnefici del duce": un volume che presenta le vite e le storie di alcuni dei carnefici che hanno operato durante il fascismo, particolarmente interessante e a tratti illuminante dato che i crimini di guerra commessi all'estero da italiani, prima e durante la Seconda guerra mondiale, rappresentano una sorta di amnesia storica nel nostro paese.



Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×