21/04/2024velature estese

22/04/2024pioggia

23/04/2024pioggia debole

21 aprile 2024

Esteri

Kim Jong-un è arrivato in Russia. Incontrerà Putin per discutere di armi e guerra

Sul tavolo la richiesta di armi per la guerra in Ucraina, aiuti alimentari e tecnologie militari. Gli Stati Uniti monitorano l’incontro

| Nausica Dal Cin |

immagine dell'autore

| Nausica Dal Cin |

Kim a bordo del suo treno. Foto diffusa da Pyongyang

Il treno blindato su cui viaggiava Kim Jong-un è arrivato in Russia in vista del vertice con Putin, che avrà luogo fra qualche giorno in una località non specificata “da qualche parte nell’Estremo Oriente Russo”, lo conferma l'agenzia di stampa statale russa Ria Novosti. Ad accompagnare il leader nordcoreano i suoi più alti ufficiali militari.

Come riportato da RaiNews, il vertice potrebbe svolgersi a Vladivostok, al confine fra Corea del Nord e Russia, luogo in cui i due si erano incontrati per la prima volta nel 2019. Putin è già nella città per partecipare al Forum economico orientale che si concluderà domani.

Gli esperti dicono che molto probabilmente Putin chiederà proiettili e artiglieria, che scarseggiano nelle scorte militari russe e di cui invece Pyongyang ne è ben fornita, e che servirebbero per dare nuovo impulso all’avanzata russa in Ucraina. Il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ha parlato anche di possibili discussioni sui “processi del Consiglio di Sicurezza dell’Onu”, facendo riferimento alle sanzioni contro Pyongyang adottate in passato anche dalla Russia. Il vertice potrebbe quindi incentrarsi su armi per la guerra di Mosca in Ucraina in cambio di appoggio in sede Onu alla Corea del Nord e di aiuti alimentari. Kim Jong-un potrebbe anche avanzare una richiesta per ricevere tecnologie militari, ma la Russia è sempre stata reticente nel diffonderle, persino ai Paesi più vicini.

In attesa dell’inizio dell’incontro fra i due leader, Peskov ha intanto dichiarato ai media russi: “Naturalmente, essendo vicini, i nostri Paesi collaborano anche in aree sensibili che non dovrebbero essere oggetto di rivelazioni e annunci pubblici. Questo rientra nella norma. Nel costruire le nostre relazioni con i nostri vicini, inclusa la Corea del Nord, ciò che è importante per noi sono gli interessi dei nostri due Paesi, e non gli avvertimenti di Washington”. Gli Stati Uniti infatti hanno esortato le autorità nordcoreane a “non fornire o vendere armi” alle forze armate russe e a “rispettare gli impegni pubblici” precedentemente assunti e non fornire sostegno militare alla Russia. La Casa Bianca, come affermato dal portavoce del Dipartimento di Stato, monitorerà l’incontro da vicino, ricordando che “qualsiasi trasferimento di armi dalla Corea del Nord alla Russia rappresenterebbe una violazione di molteplici risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite” e che gli USA “non esisteranno a imporre nuove sanzioni”.

 

 


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Nausica Dal Cin

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×