19 settembre 2020

Nord-Est

Jesolo, le tagliano la strada e lei finisce contro un palo: ma l'altro conducente non si ferma

La donna ha avuto bisogno di cure mediche ed è stata trasportata in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di San Donà di Piave

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Jesolo, le tagliano la strada e lei finisce contro un palo: ma l'altro conducente non si ferma

JESOLO - Un’auto le ha tagliato la strada, e lei è finita contro un palo. Il conducente dell’altro mezzo, però, non si è fermato, dileguandosi senza sincerarsi sulle condizioni della malcapitata, rimasta dolorante all’interno dell’abitacolo. L’incidente è avvenuto il 18 luglio scorso, all’interno del parcheggio di un centro commerciale di Jesolo.

 

Per fortuna la 46enne se l’è cavata con lesioni non gravi, in particolare un colpo di frusta e un trauma dorsale. La donna, che lavora al centro commerciale come promoter, stava uscendo dall’ampio parcheggio con la sua Volkswagen Bora quando, per evitare un’altra auto che le ha tagliato la strada senza rispettare il segnale di “dare la precedenza”, ha sterzato bruscamente a destra finendo contro un palo.

 

Ha avuto bisogno di cure mediche ed è stata trasportata in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di San Donà di Piave dove, dopo averla sottoposta a tutti gli accertamenti del caso, le hanno riscontrato una prognosi di sette giorni, salvo complicazioni. Senza contare che poi ha dovuto portare il suo veicolo, danneggiato, dal carrozziere.

 

La 46enne si è così rivolta allo Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini, che ha subito chiesto di acquisire il rapporto della polizia locale di Jesolo, intervenuta per i rilievi, e che confida di riuscire a risalire all’altra auto coinvolta per chiedere i danni al suo conducente, evitando di dover aprire una pratica con il Fondo Vittime della Strada.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×