24 giugno 2021

Treviso

Insulti e minacce al sindaco Conte e al dg dell'Ulss2 Benazzi: "Massima solidarietà"

Il presidente del consiglio di Treviso, Iannicelli: "Ci troviamo di fronte ad altre condotte deprecabili verso chi è in prima linea nella battaglia al Covid-19"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Giancarlo Iannicelli

Giancarlo Iannicelli presidente del consiglio comunale di Treviso

TREVISO - Cartoline minatorie, critiche, minacce, provocazioni e insulti via social. Ogni giorno, ogni ora, sempre di più, qualche leone da tastiera si sfoga sui social network contro sindaci e rappresentanti della società per esprimere la propria rabbia, la propria contrarietà a regole, chiusure e limitazioni imposte ai trevigiani per il contenimento del contagio da Covid.

Nelle scorse settimane era toccato al sindaco di Treviso, Mario Conte, subissato da critiche aggressive, offese e insulti, dopo l’annuncio della zona rossa e della chiusura delle scuole. Preso di mira anche il direttore generale dell’Ulss2, Francesco Benazzi con numerose cartoline minatorie inviate presso la sua abitazione da parte dei no vax.

L’intolleranza, la rabbia e la frustrazione stanno aumentando tra la gente e i social network ne sono, purtroppo, diretta testimonianza. “Comprendo la rabbia, la frustrazione, lo sfinimento, le difficoltà di tante famiglie, di imprenditori, di artigiani, di tutti i lavoratori, degli anziani e dei giovani”, aveva commentato Conte dopo le decine di messaggi offensivi per i quali aveva anche deciso di denunciare. “Sono problemi che mi riguardano, visto che io stesso ricevo i rappresentanti delle categorie e i cittadini in municipio ma qui si sta proprio perdendo il senso della misura". 

Sulle vicende è intervenuto anche il presidente del consiglio comunale di Treviso, Giancarlo Iannicelli: “Dopo le aggressioni verbali dirette al sindaco Mario Conte, ci troviamo di fronte ad altre condotte deprecabili verso chi è in prima linea nella battaglia al Covid-19, virus che da più di un anno sta generando sofferenza e conseguenze pesantissime nel nostro tessuto economico e sociale. Esprimo a nome di tutto il consiglio comunale la massima solidarietà al direttore generale di Ulss 2 Francesco Benazzi che, nelle scorse settimane, ha ricevuto minacce e insulti da parte di ignoti”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×