05 giugno 2020

Castelfranco

Inquinamento, a Castelfranco scatta l'allerta arancione

PM10 in calo ma livelli comunque ancora alti e Castelfranco è tra le città a livello di criticità 1

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Arpav

CASTELFRANCO – Le polveri sottili continuano a stazionare sul nostro territorio anche se va detto che dopo i livelli record registrati con i falò dell’Epifania, la situazione da segni di miglioramento. “Tra sabato e domenica si è registrato un significativo calo delle concentrazioni di polveri sottili grazie al passaggio di una piccola depressione in quota che ha favorito un maggior rimescolamento sabato e un'attenuazione dell'inversione notturna tra sabato e domenica”: spiegano gli esperti dell’Arpav.

“Nella giornata di ieri, infatti, tutte le centraline della regione hanno fatto registrare concentrazioni inferiori al valore limite giornaliero, ad eccezione di Treviso-Via Lancieri di Novara (52 µg/m3) e Padova-Arcella (51 µg/m3), appena sopra la soglia – dati positivi quindi anche se l’Arpav non nasconde che le cose non sono destinate a migliorare a breve -. Le condizioni atmosferiche già da oggi sono ritornate poco dispersive, con condizioni di alta pressione, senza precipitazioni e con venti in prevalenza deboli. È previsto, quindi, nei prossimi giorni, un nuovo aumento delle concentrazioni delle polveri”.

In particolare, va detto che Castelfranco Veneto risulta essere tra le città con livello di criticità 1 (arancione) insieme a: Padova, Mansuè, Mirano, San Donà, Rovigo, Piove di Sacco, Cittadella, Legnago e le zone di Venezia. “L’Accordo di Bacino Padano prevede il rientro da una criticità superiore al livello verde (zero) nel caso si siano registrate concentrazioni inferiori al limite il giorno precedente a quello del bollettino e solo in presenza di condizioni atmosferiche dispersive. Per questo motivo, fino a giovedì compreso, vengono mantenuti sostanzialmente i livelli di criticità validi sino ad oggi, tranne per Treviso che raggiunge il livello di criticità 2 (rosso)”: conclude l’Arpav.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×