08/02/2023poco nuvoloso

09/02/2023sereno

10/02/2023sereno

08 febbraio 2023

Treviso

Inflazione e tagli, sciopero generale mercoledì 14 dicembre nella Marca

Sul territorio presidi di fronte alle fabbriche e sit in all'ospedale Ca’ Foncello di Treviso

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Cgil

TREVISO - Sciopero generale e quattro ore di stop a inizio turno di lavoro, mercoledì 14 dicembre. Anche la Cgil di Treviso aderisce alla mobilitazione nazionale e allo scoperto regionale per richiamare l’attenzione del Parlamento e protestare contro una legge di bilancio sbagliata e iniqua approvata dal Consiglio dei Ministri senza nessun confronto con i sindacati. Secondo il sindacato la manovra di bilancio non dà nessuna risposta all’emergenza salariale.

“Questa legge di bilancio sbagliata e iniqua – il leader della Cgil trevigiana Mauro Visentin – è stata approvata dal Consiglio dei Ministri senza nessun confronto con i sindacati. Non abbiamo alternative alla mobilitazione e allo sciopero per provare a cambiare, dal basso, una manovra e una linea di politica economica che peggiorano la precarietà del lavoro, aggravano la questione salariale, alimentano l’evasione fiscale, creano un’inaccettabile disparità di trattamento tra lavoro dipendente e autonomo (sostenendo non i lavoratori autonomi poveri, bensì i professionisti benestanti). Scelte che non rimediano all’impoverimento drammatico di gran parte delle fasce popolari, con il conseguente calo della domanda interna. E a pagarne il prezzo saranno anche le imprese, che vedranno restringersi il mercato nazionale. Questo è vero particolarmente in Veneto e nella Marca trevigiana, dove il tessuto produttivo non può vivere solo di export".

"I prossimi – concludeVisentin – saranno mesi di battaglie in favore delle lavoratrici e dei lavoratori, delle pensionate e dei pensionati che rappresentiamo e di cui vogliamo garantire diritti e dignità, nella consapevolezza della posta in gioco: la tenuta sociale delle nostre comunità e il futuro del nostro Paese”. Mercoledì ci saranno presidi di fronte alla Berco di Castelfranco, alla Smurfit Kappa di Conegliano, alla Electrolux di Susegana, alla Previmedical di Preganziol e, dalle ore 9 alle 11, un sit in di fronte all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

01/12/2021

Da dicembre a scuola con la "supplentite"

Quanti docenti si assenteranno con l'entrata in vigore dell'obbligo vaccinale? Per Marco Moretti (Flc Cgil) "vaccino provvedimento necessario per tutelare una categoria esposta al rischio contagio"

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×