06 aprile 2020

Vittorio Veneto

"Indignati e preoccupati, nelle loro liste simpatizzanti di CasaPound": l'Anpi contro il centrodestra di Vittorio Veneto

L'attacco dell'associazione nazionale dei partigiani

| Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin | commenti |

VITTORIO VENETO - L’Anpi di Vittorio Veneto contro il centrodestra di Antonio Miatto.

 

L’attacco è arrivato dopo il caso sollevato dalle civiche guidate da Alessandro De Bastiani, Rinascita Civica e Partecipare Vittorio, che avevano accusato la coalizione di centrodestra di “includere personaggi organici o vicinissimi a CasaPound, organizzazione dalle più che dubbie credenziali democratiche”.

 

Oggi l’Anpi, in una nota, ha espresso “indignazione e preoccupazione, dopo aver appreso che nelle liste a sostegno del candidato sindaco Toni Miatto sono presenti i nominativi di "simpatizzanti " di CasaPound. E’ una pessima scelta”.

 

Nel dicembre scorso l’Anpi era scesa in Piazza del Popolo, contro l’apertura della prima sede provinciale di CasaPound, proprio a Vittorio Veneto.

 

“Riteniamo che Miatto non possa non comprendere il senso di questo tipo di azione e la sua pericolosa ambiguità, riducendola e giustificandola come diritto di frequentazioni private dei singoli candidati – continuano dall’Anpi -. Lo sdoganamento di questo e di altri gruppi simili è, purtroppo, ormai ampiamente diffuso proprio a causa di simili leggerezze, per dirla con un eufemismo”.

 

L’Anpi ha anche lanciato l’appello ad “evitare posizioni equivoche”, ritenendo “molto grave banalizzare e sottovalutare ciò, da parte di chi si candida alla guida di una città che è stata decorata alla Medaglia d’oro”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×