12 giugno 2021

Valdobbiadene Pieve di Soligo

INDESIT: AL VIA IL COMITATO TECNICO PER I LAVORATORI IN ESUBERO

Dal prossimo 1° aprile cesserà l'attività nello stabilimento di Refrontolo

| |

| |

INDESIT: AL VIA IL COMITATO TECNICO PER I LAVORATORI IN ESUBERO

VENEZIA/REFRONTOLO - Si è insediato ieri a Palazzo Balbi, alla presenza dell'Assessore regionale al lavoro Elena Donazzan, il Comitato Tecnico che dovrà sovrintendere alle operazioni per il ricollocamento del personale in esubero del sito Indesit di Refrontolo, che dal prossimo primo aprile cesserà l'attività, e favorire la reindustrializzazione del sito stesso.

All'incontro erano presenti anche l'assessore al Lavoro della Provincia di Treviso Denis Farnea, i rappresentanti nazionali e provinciali di Fim Cisl e Fiom Cgil, di Indesit Spa, assistita dagli advisors di Sernet Group, e di Unindustria Treviso.

Il tavolo tecnico è il primo nel suo genere in Veneto e nasce dall'accordo concluso a Roma il 21 dicembre scorso, alla presenza del Ministro del Lavoro Sacconi e dello Sviluppo Economico Romani, dopo lunghe trattative.

"L'originalità di questa esperienza - spiega Donazzan - nasce anche dal fatto che per la prima volta in Veneto, ma forse anche in Italia, un' azienda ha provveduto ad assumere dei professionisti (in questo caso la società Sernet Group) affinché si impegnassero per trovare lavoro ai propri lavoratori in esubero e un eventuale acquirente per il sito che intendeva chiudere. Un plauso sentito va quindi all'azienda Indesit che si è fatta carico di seguire il territorio pur a fronte di una decisione definitiva di lasciarlo per una riorganizzazione che ha portato a chiudere lo stabilimento di Refrontolo".

"In questa trattativa - prosegue Donazzan - le parti, azienda e rappresentanti sindacali interne, hanno dimostrato una grandissima disponibilità perché a ciascun lavoratore sia trovata una nuova opportunità di lavoro e la Regione si farà parte diligente per seguire il percorso e mettere a disposizione in stretto rapporto con l'assessorato al lavoro della Provincia gli strumenti per la riqualificazione dei lavoratori che ne avessero bisogno".

Indesit ha anche accettato non solo di dare incentivi ai lavoratori che troveranno autonomamente un posto di lavoro, ma anche (e qui un'altra novità) agli imprenditori che accetteranno di assumere i lavoratori ex Indesit. Finora questa politica ha portato, a fronte dell'invio di informazioni a più di 400 aziende del trevigiano, alla risposta di 20 imprese interessate alle professionalità in questione, con disponibilità scritta all'assunzione di 42 lavoratori - su un totale di circa 80 - di cui almeno 31 da assumersi nel primo trimestre del 2011. Grazie agli incentivi offerti da Indesit, nel frattempo già 11 lavoratori hanno optato per la mobilità volontaria e risultano al momento ricollocati.

 

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×